0 00 3 min 2 mesi 698

Nella domenica di Bettettini a Wimbledon e della Nazionale Italiana di Calcio che si gioca l’Europeo a Wembley contro l’Inghilterra, una grandissima soddisfazione arriva dal mondo delle due ruote per la città di Maddaloni, che conferma la sua radicata e vincente tradizione con il ciclismo. Il quindicenne Ivan Toselli è il nuovo Campione Italiano su strada. Il titolo è stato conquistato nell’infuocato (in tutti i sensi) pomeriggio di Chianciano Terme dove il giovane portacolori della Marco Pantani Official Team di Sezze ha letteralmente sbaragliato i concorrenti tagliando per prima il traguardo dopo gli oltre 76 km di gara. E’ la classica vittoria non casuale frutto di tanti sacrifici e soprattutto di forti rinunce non scontate per un ragazzo della sua età. Il neo campione italiano allievi è da anni uno dei grandi protagonisti del ciclismo giovanile ed ha sempre ottenuto risultati prestigiosi fino all’alloro conquistato in terra toscana che lo lancia di diritto tra le promesse delle due ruote nazionali. Una vittoria schiacciante con Ivan che ha vinto per distacco surclassando gli avversari e tagliando in traguardo in scioltezza prima di fare l’inchino al pubblico.

Una grande gioia è scoppiata in tutta Maddaloni appena appresa la notizia con i complimenti che stanno inondando i social anche perché la famiglia di Ivan è molto conosciuta ad iniziare dal papà Agostino, atleta e soprattutto titolare del famoso negozio “Run Bike” in via Matilde Serao. Ivan è praticamente nato tra cerchioni e selle dove ha sicuramente scoperto l’amore per la bicicletta che lo ha portato, sin da bambino, a girare in lungo e largo l’Italia in tornei e campionati. Una passione mai sopita nel tempo che trova il primo importante risultato di una carriera che, siamo certi, sarà ancora ricca di soddisfazioni per la gioia del grande Amedeo Marzaioli, parente acquisito di Ivan, che vede la sua storica dinastia in buone mani. Momenti di estrema felicità anche per mamma, Lucia Lerro, che si è sempre divisa tra impegni di lavoro, allenamenti e gare. Nella domenica dove tutti abbiamo rispolverato il tricolore, Ivan il Terribile sventola il suo sul gradino più alto di Chianciano Terme.