0 00 2 min 6 anni 109
 IMG_1610
Ha scelto l’Interporto Sud Europa come base strategica per le sue attività ed è pronta a scommettere sul futuro di una realtà, l’ISE Maddaloni-Marcianise, che ha molto da offrire a chi opera nel settore della logistica.
Si tratta di “Serapide Trans”, società fondata negli anni ’50 da Giorgio Simeoli, azienda consolidata di trasporto merci che dà lavoro ad oltre da trenta dipendenti.
Una scelta “green” e di “velocità” l’ha definita Antonio Simeoli che continua la tradizione imprenditoriale del padre: “I nuovi moduli ISE riuniscono la praticità di un carroponte da 40 tonnellate alla rapidità dei collegamenti grazie ai binari raccordati grazie ai quali si può movimentare la merce direttamente dal treno al magazzino. Ad oggi, l’interporto casertano, è l’unica infrastruttura dove si può fare intermodalità con magazzini e piazzali. La merce in arrivo o in partenza viene movimentata su banchine di carico coperte e da qui avviata alle sedi dei nostri partner commerciali”.

Grazie al nuovo accordo con l’Interporto di Bologna e il Cim di Novara, inoltre, velocizzati i collegamenti tra il Nord e l’Est Europa con i paesi del bacino del Mediterraneo.
Una notizia più che positiva in una realtà geografica spesso martoriata. La “Serapide Trans”, ha deciso di investire in quello che era considerato il volano del Sud Europa e che oggi può rappresentare il riscatto di Terra di Lavoro. L’azienda, sulla scorta di quanto detto, andrà a valorizzare l’area interportuale e quella interna dello scalo merci ferroviario. La redazione di Maddaloni News augura alla famiglia Simeoli un sentitissimo in bocca al lupo affinché il cammino sia lungo e pieno di gratificazioni.