0 00 3 min 5 mesi 119

SANTA MARIA CAPUA VETERE – L’avvocato Emilia Borgia ha presentato questa mattina in piazza Mazzini, nel corso di una conferenza stampa, ‘La città che vince’, il suo progetto politico per le prossime amministrative a Santa Maria Capua Vetere. “Do seguito a quello che avevo scritto sui social, in maniera inusuale, qualche settimana fa. Mi propongo alla città come candidato sindaco perché in questi anni hoosservato la mia città e le condizioni nelle quali si sviluppava o regrediva. Ed è regredita, in particolar modo negli ultimi cinque anni”. 

L’avvocato Borgia ha parlato di un “panorama politico sconfortante”. “Siamo stufi di approssimazione, superficialità eincompetenza. Vogliamo pensare a una “città che vince”, a una Santa Maria che guardi al futuro con speranza, che rimetta in moto l’economia, il lavoro, la cultura. Una Santa Maria che si affidi a persone competenti, serie, concrete, limpide. La città tutta ha una posizione critica nei confronti dell’amministrazione uscente. Ci si sarebbe aspettati, ed io me lo aspettavo, che il Partito democratico, che nel 2016 si era presentato in alternativa a Mirra, dopo 5 anni di opposizione presentasse un progetto alternativo. Ed, invece, il Pd ha deciso di schiacciarsi su questa amministrazione”. 

La “Città che vince” è proprio l’alternativa che i sammaritani attendevano. “La mia è una squadra nuova, aperta al confronto con tutti coloro i quali si riconosceranno in un programma che sia assolutamente alternativo all’amministrazione uscente ed al Pd. Non voglio più vedere persone che non hanno competenze rivestire ruoli o cariche che sono avulse dalle loro prerogative professionali. Mi è stato chiesto se sono di sinistra o di destra. Io sono “civica”, non mi potete omologare. Ma ovviamente dialogherò con tutti coloro che intendono differenziarsi dall’amministrazione in carica, raccogliendo le istanze che arrivano dal territorio e da coloro che hanno voglia di lavorare per la città perché credono ancora che i giochi non siano fatti”.