0 00 3 min 2 settimane 1191
Il presidente campano: “Gli italiani non dormivano la notte in attesa dell’incontro tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo… Nessuna angoscia di fronte la Variante Delta: restiamo sereni, ma chi è stato convocato dalle Asl e non si è presentato deve vaccinarsi

Immancabile appuntamento del venerdì con Vincenzo De Luca. Il presidente della Regione Campania, nella sua diretta Facebook, rituale quanto l’Angelus del Papa, ha fatto il punto sulla situazione pandemica tra contagi e campagna vaccinale. Prima però un commento ironico: “Gli italiani non dormivano la notte in attesa dell’incontro tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo… Chissà perché certe riunioni avvengono sempre in una villa. Sono commosso di fronte il loro accordo”. Poi De Luca si fa serio: “Dovremmo avere un atteggiamento sia prudente che sereno dinanzi la situazione pandemica, vedo crescere un clima pesante in relazione alla Variante Delta.

Non dobbiamo angosciarci, entro il 20 luglio la Campania raggiungerà i 6 milioni di vaccinati, entro il 31 luglio arriveremo a somministrare 3 milioni di doppie dosi (vedi foto sotto). L’obiettivo è quello di arrivare a fine settembre con 4 milioni di campani immunizzati. Entro la prima decade di ottobre invece, puntiamo a raggiungere l’immunità di gregge. Ecco perché mi sento di tranquillizzare i cittadini: è necessario però non abbassare la guardia, riprendere a vaccinarci. Ma è anche importante che ci arrivino i vaccini. Tramite le ASL convocheremo i 60enni e i 70enni più volte chiamati ma che non si sono presentati, penseremo inoltre a completare la vaccinazione degli studenti se vogliamo riaprire le scuole in presenza. Senza dimenticare la presenza in Campania di zone Covid Free, come i luoghi di vacanza”.

“PIANO PER I LAVORATORI WHIRPOOL”

De Luca poi elenca le iniziative in corso nel settore economico e lavorativo: “Abbiamo deciso di investire altri 200 milioni di euro: si tratta di fondi europei per nuovi bandi in favore delle piccole-medie imprese e degli studi professionali. Siamo accanto ai lavoratori della Whirpool: mi sono permesso di sollecitare il premier Draghi affinché venga presentato un piano di reimpiego dei lavoratori. Stiamo proseguendo inoltre il completamento dei concorsi relativi ai centri dell’impiego e nel rilancio di opere pubbliche, come l’allargamento della pista dell’aeroporto Salerno-Amalfi. Con i fondi residui delle Universiadi ristruttureremo il Palazzetto dello Sport di Salerno, mentre lavoriamo sul progetto della diga di Campolattaro. È un investimento di 500 milioni, dei quali i 2/3 sono sostenuti dalla Regione. Con questa diga sarà garantita l’autonomia idrica della Campania”.