0 00 3 min 3 mesi 169
I rappresentanti di Palazzo Santa Lucia – gli assessori Filippelli e Marchiello – hanno manifestato fin dall’inizio il forte interesse alla realizzazione del progetto maddalonese

Presentato stamane presso la Fondazione Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore d’Angelo” il nuovo Polo casertano dell’elettronica sostenibile. Come anticipato nei giorni scorsi (qui l’articolo completo) l’accordo è stato siglato dalla Softlab – leader del progetto -, dalla MEC SAN di Vincenzo Santangelo, l’ISET di Flavio Smarrelli, la SCE di Andrea Russo, la CDC Elettronica di Mariano De Filippo, la Fib S.p.a. e dalla Fondazione Villaggio dei Ragazzi, rappresentata dal Commissario Straordinario Felicio De Luca. Presenti il Sindaco del Comune di Maddaloni, Andrea De Filippo, gli Assessori regionali Armida Filippelli – settore Formazione – e Antonio Marchiello – area Attività Produttive.  

LE DICHIARAZIONI DEI PRESENTI

L’idea – ha dichiarato l’a.d. Softlab, Giovanni Casto – è di riuscire a produrre degli apparati green capaci di apportare delle economie di scala anche grazie all’ utilizzo delle competenze specialistiche presenti nelle società facenti parte del Polo. Ciò avrà ricadute in molti ambiti produttivi e generà posti di lavoro stabili per un significativo numero di giovani”.

Il Villaggio dei Ragazzi – ha invece commentato De Luca non è solo istruzione e formazione ma anche un volano per creare rete con il mondo imprenditoriale e per dare opportunità di lavoro agli studenti al termine del percorso scolastico”. A queste dichiarazioni si aggiunge quella del Sindaco De Filippo: “Sono lieto che il Ceo Casto di Softlab abbia scelto Maddaloni per investire in un settore che sicuramente creerà ricchezza e occupazione. La Città, ricordo, è strategica per il futuro della Regione e dell’intero Mezzogiorno in quanto crocevia di tutti gli snodi di comunicazione con l’intero Paese. In questa ottica, abbiamo già avuto interlocuzioni importanti con la Regione, anche alla luce di quanto previsto dal Programma Nazionale di Ripresa e Resilienza di Mario Draghi“.