0 00 2 min 4 mesi 231
Nota di protesta ufficiale e richiesta di eliminazione delle criticità di vecchia data

MADDALONI- Non era mai successo prima. «Intervenga il prefetto». E’ questo in sintesi l’appello che il consigliere comunale Angelo Tenneriello (Maddaloni Positiva) ha inviato in prefettura. Nel mirino della contestazione l’operato del collegio dei revisori dei conti.

Quali sono le ragioni di un simile dissenso ufficiale?

L’ultima seduta del consiglio comunale non è stata una vera convocazione ma è stata una seduta monca perché i pareri, positivi dei revisori, sono arrivati pochi giorni prima dell’approvazione. Così, per l’ennesima volta, siamo stati privati della facoltà di esercitare, a pieno, le nostre facoltà di consiglieri comunali. Ma cosa peggiore, non sono arrivati i pareri sui debiti fuori bilancio.

La contestazione sarebbe: non siamo nelle condizioni di svolgere al meglio la nostra funzione di controllori?

Questo è il minimo sindacale. C’è molto di più: quattro punti all’ordine del giorno sono stati rinviati. Non si può andare avanti con la costante assenza di collaborazione con i revisori, con l’impossibilità di interloquire con i controllori dei conti del comune. Non è i discussione la competenza della terna dei controllori ma  una condizione che impedisce di interloquire con coloro che incarnano e garantiscono e la regolarità contabile e l’indipendenza dal potere politico-amministrativo.

E quindi?

E quindi, così non si può continuare. il prefetto Ruberto rimuova le  difficoltà nello scambio di comunicazioni e tutti gli ostacoli nell’attività di raccordo tra giunta  e collegio e tra questo e il consiglio comunale.