0 00 2 min 2 mesi 105

A seguito di attività di indagine coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, nel pomeriggio odierno, la Stazione CC di Benevento ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari emessa dal Giudice per le indagini preliminari nei confronti di un quarantanovenne di Benevento, ritenuto gravemente indiziato del delitto di maltrattamenti nei confronti della propria moglie.

Le indagini sono state avviate a seguito della denuncia presentata dalla donna costretta a subire nel corso degli anni atti di violenza fisica e psicologica nonché profonde limitazioni della propria libertà, che la costringevano a vivere in condizioni di costante soggezione psicofisica e la portavano, infine, a maturare l’idea di separarsi.

Tale decisione, però, determinava un inasprimento delle condotte vessatorie in particolar modo quando, da poco scarcerato per altri reati, l’indagato scopriva la nuova relazione della moglie con un altro uomo – momento a partire dal quale le minacce, le ingiurie e gli atti intimidatori e violenti divenivano particolarmente aggressivi e pericolosi nei confronti di entrambi, tanto da spingere la moglie impaurita a rivolgersi alle forze dell’ordine narrando tutto quanto patito ormai da anni. L’adozione della misura cautelare si è resa indispensabile in quanto sussiste il concreto ed attuale pericolo che l’indagato commetta nuovi fatti di reato della stessa indole.

Lo stesso Giudice per le Indagini Preliminari ha riconosciuto la gravità dei fatti contestati e la pericolosità dell’indagato, derivante dalla personalità dello stesso come evincibile dai numerosi precedenti penali dello stesso cui erano conseguite esperienze detentive, l’ultima delle quali cessata da pochi mesi, nonché dalla gravità e pervicacia delle condotte minatorie e violente poste in essere ai danni della moglie per anni.