0 00 2 min 2 mesi 776

MADDALONI- Ponte Vapore, è cominciata la fase due. Completati i pali di fondazione e rimosso il vecchio ponte sono cominciati i lavori di completamento delle travi orizzontali e quindi delle spalle della nuova struttura su cui poggeranno le travi trasversali. Nuovo sopralluogo, questa mattina dell’on. Antonio Del Monaco (M5S) e nuovo punto della situazione sull’evoluzione dei lavori.

Nuovo report o stato di avanzamento con il “capo cantiere in pectore” Del Monaco. Cronoprogramma rispettato e come procedono le opere?

Andiamo al sodo e puntiamo alla concretezza. Stanno completando le spalle del nuovo ponte. In contemporanea, stanno costruendo le basi per le travi in ferro.

Stiamo parlando delle travi del nuovo ponte?

Si, le travi del nuovo ponte arriveranno la prossima settimana. Sono prefabbricate e verranno trasportate a pezzi. Fatti le opere di cemento armato di sostegno, tutto il nuovo ponte sarà completamente montato a settembre, come da programma. Questo fine settimana e la prossima serviranno per costruire i supporti in cemento armato alle travi che arriveranno ripeto la prossima settimana.

Tempi e modalità?

Completato il montaggio entro settembre, ci saranno i tre getti di cemento per l’impalcato.

Quindi il nuovo ponte sarà fatto?

Di fatto si, ma mancherà poi solo l’allestimento dei sottoservizi (acquedotto, fibra ottica, metanodotto). Quindi, il completamento, con collaudo, si avrà entro ottobre.

Ma sarà necessario ancora interrompere la circolazione ferroviaria?

Purtroppo si. Ogni volta che si saranno gettate di cemento, la circolazione dei convogli sarà fermata. Il cronoprogramma, che monitoriamo da vicino, al momento è rispettato.