0 00 2 min 1 anno 219

La nuova amministrazione deve mettere mano con urgenza allo stato di degrado in cui versa il cimitero comunale.

Raffaele Aveta, candidato sindaco a Santa Maria Capua Vetere, non ha dubbi sulle priorità che meritano una risposta immediata.

«Lo stato indecoroso del nostro cimitero – spiega l’avvocato sammaritano – richiede un intervento già nei primi cento giorni della nuova amministrazione comunale. Ai nostri cari defunti è dovuto il massimo rispetto: meritano di riposare in un luogo dignitoso, curato, pulito e sicuro. Per questo pensiamo alla nomina di un commissario straordinario che si occupi, con tempestività, della programmazione degli interventi necessari».

Secondo Aveta, in particolare, «bisogna individuare gli strumenti tecnologici adatti a prevenire atti di vandalismo e furti, bisogna migliorare di gran lunga la cura del verde per il decoro complessivo dell’area, bisogna adottare misure urgenti per evitare i frequenti allagamenti. È necessario inoltre studiare la possibilità di concedere incentivi a privati e congreghe per effettuare i lavori di manutenzione e la riqualificazione di tombe e cappelle, prevedendo eventuali sanzioni per le inottemperanze».

Un’attenzione deve essere dedicata anche ai visitatori del cimitero, per la gran parte anziani: «Nella nostra idea di istituire un trasporto pubblico comunale – conclude Aveta – deve essere certamente prevista una linea di navette che consenta di raggiungere facilmente il cimitero, specialmente nei giorni festivi e non solo in occasione della commemorazione dei defunti».