0 00 2 min 2 mesi 194

MADDALONI- «Tasse più leggere per tutti». L’amministrazione comunale ha deciso di rimodulare al ribasso le aliquote dell’addizionale Irpef (imposte sul reddito delle persone fisiche). Dopo il taglio dell’Imu (dal 10.66 per mille al 10 per mille con uno sconto di 300 mila euro), il Comune rinuncia, da subito, «ad incassare 150mila euro».

Vicesindaco Bove facciamo i conti di che si tratta?

Del taglio del 0.10 per cento che sarà pari ad un alleggerimento di gettito di circa 150 mila euro.

E’ un alleggerimento molto leggero…

A medio e lungo termine si porterà l’aliquota ai livelli predissesto finanziario cioè allo 0.50. E non è poco.

Come è stata possibile questa inversione di tendenza?

Si può alleggerire davvero l’Irpef perché il gettito Irpef per il 2021 (contabilizzato al 31 luglio) è aumentato di oltre 300 mila euro rispetto a quello del 2019. E pure i versamenti dell’Imu sono incoraggianti: incremento di 400 mila euro (al 31 luglio 2021) rispetto allo stesso periodo del 2020. Resteranno inalterate le fasce di esenzione per le persone incapienti e chi ha redditi inferiori ai 10mila euro.

Se c’è un gettito in aumento manca all’appello il gettito programmato per il 2019 che è pari a 19 milioni di euro…

Nulla sarà lasciato al caso. A settembre, riparte la riscossione coattiva: Oltre gli dovuti atti di messa in mora, sarà una società specializzata esterna a procedere all’immediato recupero forzoso per quanti si rifiuteranno di transare o rateizzare i debiti o l’evasione già ampiamente accertata.