0 00 2 min 2 mesi 904
Per ricordare il giovane pugile ucciso sabato sera a Caserta, è stata organizzata una fiaccolata di commemorazione per sabato 4 settembre. Nel giorno dei funerali la città di San Marco ha proclamato il lutto cittadino

San Marco Evangelista piange Gennaro Leone. Il comune casertano ha deciso di proclamare il lutto cittadino nel giorno dei funerali del ragazzo ucciso in seguito ad una rissa scoppiata sabato sera a Caserta. Fatale la coltellata inferta alla gamba del pugile da un coetaneo: il colpo ha reciso l’arteria femorale e causato un’enorme perdita di sangue. Ancora da stabilire il giorno delle esequie, che sarà deciso dopo l’autopsia e il rilascio della salma, disposto dal magistrato.

L’autopsia verrà effettuata nell’Istituto di Medicina Legale dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, in seguito alla decisione del gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere sul fermo del responsabile del reato. Si tratta di un 19enne di Caivano. Il ragazzo era stato individuato dai carabinieri già poche ore dopo la tragedia, grazie alle testimonianze di alcuni presenti. Il giovane ha ammesso la lite e il ferimento, spiegando che non voleva uccidere. Non credeva infatti che la coltellata si sarebbe potuta rivelare fatale.

Nei giorni successivi al dramma, tante sono state le persone che si sono recate sul luogo del ferimento per porgere omaggio a Gennaro. Sono stati posti fiori, lumini e un paio di guantoni da boxe. Un gruppo di genitori ha, a tal proposito, organizzato una fiaccolata di commemorazione per sabato 4 settembre. Avrà inizio alle ore 20 a piazza Dante, per proseguire fino a raggiungere piazza Correra, nei pressi di via Giambattista Vico, dove si è consumata la tragedia.