0 00 3 min 2 mesi 172

Stavolta dobbiamo cominciare la nostra disamina della settimana suessolana soffermandoci su Cervino.

Presentate le liste dunque. È ufficiale. Il confronto, si spera, sarà tra il candidato sindaco Giuseppe Vinciguerra per Siamo Cervino e Filippo Caturano per Viva Cervino. Anche se lo scontro sarà più probabile.

Adesso ci si chiede quale campagna elettorale? Si riuscirà a parlare una volta tanto di programmi, di problemi, di potenzialità o sarà il solito scontro personale con parole grosse e gesti eccessivi dai palchi?

Ovviamente la nostra è una domanda retorica, sarà la seconda. Il canovaccio ci sembra già scritto: parte di Viva Cervino concentrerà i suoi attacchi sull’amministrazione di Gennaro Piscitelli e Martuccio Serino e questi ultimi che accuseranno gli altri di aver abbandonato la nave nel momento del bisogno.

Speriamo di sbagliarci.

Passando a San Felice a Cancello il sindaco Ferrara riesce a commettere un autogol. Cercando di rintuzzare gli attacchi che gli sono arrivati, come spesso sulla questione scuola. Il sindaco si è giustificato sulla mancata partecipazione su un bando Miur dando una motivazione sbagliata.
Ferrara in pratica ha detto che non poteva partecipare a quel bando per mancanza di classi pollaio nelle scuole del comune. Che certo è una buona cosa. Ma il bando non aveva questa discriminante, semmai nell’assegnare uno dei due punteggi teneva conto di questa problematica e a nostro avviso il comune un tentativo poteva farlo. Ma la cosa più allucinante e che dice che nessun comune del casertano ha ottenuto quei fondi. Cosa alquanto curiosa, perché significherebbe che in provincia di Caserta non esistono le classi pollaio. A ben vedere le graduatorie non è così, anzi c’è addirittura il comune di Santa Maria a Vico che ha ottenuto un finanziamento anche corposo di 200.000€.

Ci pare un grave errore strategico, Vista la situazione finanziaria del comune aggiunta a quella scolastica sarebbe il caso partecipare a tutti i bandi possibili, poi è chiaro che non si può vincerli tutti, ma se si comincia a fare gli schizzinosi pure su presupposti sbagliati si va di male in peggio.

Per il resto nulla da segnalare, ma il mese delle elezioni è iniziato!