0 00 3 min 5 giorni 214
Foto: © SSC Napoli
Napoli a punteggio pieno dopo 3 gare, Spalletti in conferenza stampa dopo la vittoria sulla Juventus: “Importante la reazione della squadra a fine primo tempo, alleno un gruppo bellissimo”

Tre su tre: il Napoli di Luciano Spalletti viaggia a punteggio pieno dopo il successo nel big match contro la Juventus. Una gara condotta interamente dagli azzurri che però si sono trovati in svantaggio dopo 10 minuti. Errore di Manolas, Morata non sbaglia a tu per tu con Ospina. Nella ripresa prima Politano e poi Koulibaly nel finale completano la rimonta. In entrambe le occasioni male Szczesny negli interventi. “Alla fine del primo tempo si tenta sempre di fare qualcosa, ma la cosa più importante è la reazione dei giocatori. Senza reazione non si cambiano le sorti della gara”. Inizia così il post gara del tecnico azzurro.

RILEGGI LA CRONACA DI NAPOLI-JUVENTUS >>> Napoli, festa al “Maradona”: Juventus battuta 2-1, decide Koulibaly

“Mettendo Ounas abbiamo trovato più sbocchi, alla fine è stata la pressione messa che ha causato errori, anche da parte nostra. Koulibaly? È impressionante, prova a fare sempre qualcosa in più rispetto ad un altro, ha la forza di essere un leader di questa squadra. Se siamo forti? Siamo quello che si fa, non quello che si dice. Occorre eseguire le idee che uno ha, ho trovato una squadra con cui posso confrontarmi. Non è stata una vittoria netta, ma l’abbiamo meritata. C’è ancora da lavorare, con Anguissa abbiamo completato la rosa. Ma devo dare qualcosa di più a questa squadra, soprattutto quando commettiamo leggerezze o ci perdiamo in un bicchiere d’acqua. Ci sono anche delle cose positive, devo dire che ho un gruppo bellissimo”.

DE LAURENTIIS: “GRAZIE A SPALLETTI, ALLA SQUADRA E AI TIFOSI”

Poco prima di Spalletti, ai microfoni di DAZN ha parlato nel post gara il presidente De Laurentiis: “È un buon inizio quello del Napoli, devo dare il merito a Spalletti di aver raddrizzato la squadra e avergli dato sempre un gioco. Ringrazio il mister, i giocatori e i tifosi, la loro educazione è encomiabile. C’è entusiasmo, ho scelto Spalletti perché è un uomo ordinato, diligente, in grado di gestire le cose con fermezza, come piace a me. Con lui si può parlare, non si offende e possiamo sempre chiarirci. Purtroppo alcuni invece si offendono, problemi loro…

Il periodo è quello che è, combattiamo contro il Covid, contro le istituzioni, sia nazionali che internazionali. A me fa piacere giocare contro il Leicester, mi piace guardarlo, ma oggi il problema è andare in Inghilterra con tutta la rosa a disposizione. Rischiamo di giocare senza Ospina e Osimhen. Ho scritto alla Fifa e loro si sono rivolti al governo inglese. Aspettiamo notizie”.