0 00 2 min 3 giorni 1731

Un lutto improvviso ha colpito la città di Maddaloni con la scomparsa del noto imprenditore e costruttore Giancarlo Rispo che si è spento nella serata di lunedì all’Ospedale di Casera dopo aver lottato contro un brutto male che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Una vita di scommesse, intuizioni e successi portati avanti sempre con il supporto e l’amore costante dei suoi cinque figli. Gli esordi come pasticcere con l’incredibile exploit negli anni ’80 con il gettonatissimo locale sito in via Roma diventato quasi un’istituzione della domenica mattina. Una passione mai doma quella della pasticceria che Giancarlo Rispo ha continuato a portare avanti negli anni per deliziare in privato parenti ed amici. Gli interessi si sono poi spostati nel campo edilizio con la nascita di importanti complessi residenziali, tra i quali il Parco Assuntina di via San Francesco d’Assisi nel 1995. Fratello di Carmine altra firma di prestigio e di grande successo in campo nazionale con il marchio “Rispo Surgelati” e papà dei gestori della bellissima “Tenuta Fabiana” sita a Recale, location di punta nel campo degli eventi e dei ricevimenti. Giancarlo Rispo era molto conosciuto in città ed ha praticamente speso tutta la sua vita in imprese imprenditoriali dove non mancava mai un pezzo di cuore. Scampò miracolosamente ad un attentato camorristico nel novembre del 1989 dove venne ucciso l’allora ras maddalonese Andrea Ferraro alias “Sartana”. Lascia la moglie e i figli Mario, Giuseppe, Antonella, Emanuela e Simona ai quali era legato a doppio filo da un grande amore.