0 00 4 min 1 mese 238
Osimhen nel post match: “Il Napoli ha sempre creduto in me“. Spalletti in conferenza stampa: “Chi è entrato ha dato una vampata di forza e freschezza per ribaltare il risultato. Bravi tutti ma soprattutto chi è entrato
Foto: © SSC Napoli

Un pareggio che considerare stretto non è un’eresia, nonostante il doppio svantaggio. Perché il Napoli, nella prima uscita in Europa League contro il Leicester, ha condotto il gioco, sprecato tanto sotto porta – soprattutto nel primo tempo – ma rischiato addirittura di uscire sconfitto. Al minuto 64 gli inglesi sono sul 2-0, poi Osimhen – il migliore dei partenopei – prima accorcia con un pallonetto dopo una bellissima azione veloce, poi nel finale sigla il 2-2 definitivo con un preciso colpo di testa – dopo aver saltato 2 metri e 52. “Sono contento per me, per la squadra per come abbiamo giocato e per come abbiamo recuperato”, le parole del nigeriano subito dopo la gara del Leicester City Stadium. “Non voglio fissare obiettivi, il club ha sempre creduto in me e voglio continuare così. Ora voglio star bene, senza infortuni, e dare tutto per raggiungere gli obiettivi”.

RILEGGI LA CRONACA DI LEICESTER-NAPOLI >>> Rimonta Napoli in Inghilterra, col Leicester finisce 2-2

Parole d’elogio di Luciano Spalletti per i suoi ragazzi in conferenza stampa

“I ragazzi hanno giocato una grande partita sin dall’inizio, sono andati a sfidare l’avversario giocando una partita a viso aperto con continui ribaltamenti di fronte. Questo denota passi in avanti da parte della squadra. Abbiamo perso qualche palla in fase di costruzione che è la nostra qualità e che ci è costato caro, ma poi abbiamo continuato a giocare. Potevamo andare giù di morale quando nel nostro momento migliore abbiamo subito il 2-0, ma hanno sempre creduto di poterla recuperare e sarebbe stato un peccato uscire da questa partita con una sconfitta.

Vi prego di fare una sottolineatura a chi è entrato, con i cinque cambi abbiamo più possibilità, ma ancora non abbiamo capito quanto sono importanti quelli che entrano. Sono fondamentali, stasera i miei l’hanno capito e sono entrati dando una vampata di forza e freschezza per ribaltare il risultato. Lo dico ancora, bravi tutti ma soprattutto chi è entrato”.

Sul primo gol subito: “Probabilmente quando si attacca fuori tempo e si va fuori col terzino, il centrale deve scivolare in fascia e ci sta che resti spazio alle spalle se i centrocampisti non recuperano. Ma quando devi recuperare un risultato sono rischi da prendere per poter fare qualcosa in più. Se hai calciatori che concretizzano l’opportunità di spazio che gli concedi, dobbiamo migliorare, ma è da pignoli cercare il pelo nell’uovo. Questo qui glielo concedo, hanno fatto ciò che dovevano per tutta la partita e qualsiasi squadra si sarebbe sentita persa. Loro hanno avuto l’impulso di carattere da calciatori di livello, da squadra che porta dentro il campo i tifosi e l’amore che la città ha per la squadra. Una squadra con gli attributi”.