0 00 4 min 3 settimane 170

Arriva a Casal di Principe la prima sconfitta stagionale della Maddalonese al termine di una gara che lascia tanto amaro in bocca all’interno dello spogliatoio. Una Maddalonese che ha dominato in lungo e largo per lunghi tratti del match ma che torna dallo Scalzone senza muovere la classifica. Di contro seconda vittoria stagionale per l’Albanova brava nello stringere i denti, soprattutto nel corso del primo tempo, per poi colpire nell’unica distrazione difensiva degli avversari portando a casa l’intera posta in palio. Il derby casertano si tinge di biancoazzurro al termine di novanta minuti di grande intensità che hanno premiato la squadra più cinica e fredda sotto porta. Maddalonese che si presenta alla terza di campionato senza Dino Fava tenuto a riposo dopo una settimana di lavoro differenziato e non al meglio delle condizioni. Parte titolare Di Costanzo, mentre Guglielmo conferma la sua forma strepitosa ed è proprio lui a ritrovarsi sui piedi la prima colossale occasione al minuto 17 dopo aver vinto un contrasto si ritrova da solo davanti al portiere ma la sua conclusione viene respinta da un intervento miracoloso di Santangelo. C’è solo la Maddalonese in campo con gli spunti di Pingue e le solite incursioni di Di Mauro che nonostante una partita leggermente sottotono rispetto agli standard è stato più volte pericoloso. Al 33’ Della Ventura illumina Di Costanzo che si invola verso la porta avversario ma il suo diagonale fa la barba al palo.

Pingue e Lepre: i capitani di Maddalonese ed Albanova ad inizio match

La ripresa vede scendere in campo l’Albanova con piglio decisamente diverso, decisa a non subire più il possesso palla avversario. Subito due azioni che suonano come un campanello d’allarme: al 46’ su angolo di Di Fusco c’è la deviazione velenosa di Serrano che costringe Cerreto all’intervento decisivo. Al 48’ Pastore conquista palla al limite dell’area e fa partire un diagonale dai ventri metri che lambisce il palo. Al 63’ l’azione che decide la gara. Errore decisivo di De Fenza che si fa soffiare palla da De Rosa che non trova più avversari nel suo cammino verso la porta. Passaggio altruistico per il neo entrato Ioio che deve solo spingere in rete. La Maddalonese subisce il contraccolpo ma non perde la lucidità. Al 75’ Di Mauro serve l’assist perfetto a Di Costanzo che però perde l’attimo fatale per concludere a rete. All’82’ ci prova Pingue dalla distanza senza però inquadrare lo specchio della porta. L’Albanova non si scompone e riesce a reggere il forcing finale degli avversari che purtroppo non produce altre azioni degne di nota. Dopo i cinque di recupero finisce 1-0 in un clima di grande sportività e lealtà. La Maddalonese perde una gara somigliante ad un brutto sogno, l’Albanova si rilancia in classifica. Tra i granata ottime le prove di Percope e Della Ventura

ALBANOVA-MADDALONESE 1-0

ALBANOVA: Santangelo, Puzone, Scarparo, Di Fusco (70’ Costagliola), Lagnena (89’ Grillo), Severino, Lepre (87’ Iaiunese), De Rosa, Serrano, Pastore (60’ Ioio), Auriemma (Auriemma). A disp.: Mallardo, Auriemma L., Roma, Petrone. Allenatore: Illiano

MADDALONESE: Cerreto, Falco, De Fenza, Percope, Zacchia, Colella, Di Mauro, Guglielmo (82’ Di Pietro), Pingue, Della Ventura, Di Costanzo (75’ Romanelli). A disp.: Domigno, Viscovo, Ferraro, Verdicchio, Natale, Romagnoli, Sannazzaro. Allenatore: Valerio

ARBITRO: Andolfi di Ercolano

MARCATORE: 63’ Ioio

NOTE: pomeriggio nuvoloso, angoli 5-7