0 00 3 min 1 mese 221
Foto: © SSC Napoli
Una gara a senso unico al Diego Armando Maradona e piena di occasioni, serve una magia di Insigne per sbloccare il risultato e il timbro di Osimhen per chiudere i conti. Nel recupero il gol di Politano

C’era un solo risultato possibile perseguibile stasera al “Diego Armando Maradona“. La vittoria, i 3 primi punti, per lasciare aperto ogni discorso qualificazione e rimanere presenti sul palcoscenico europeo. E c’era una montagna da scalare, non perché il Legia Varsavia fosse un ostacolo insormontabile, ma perché l’atteggiamento ultra difensivo della squadra di Michnjewicz rendeva non certo semplice il compito degli azzurri. Un dominio pressoché totale, alla ricerca di sentieri che potessero portare alla conquista della vetta, percorsi in un paio di occasioni da Mertens e successivamente da Lozano, trovando però la strada sbarrata. C’è da muovere la palla, con velocità, sfruttando la tecnica dei “piccoletti”: è il solo modo per cercare la via che porta al gol. Perché quando il Napoli abbassa il ritmo nel tentativo di rifiatare, la difesa polacca ha vita facile.

Diciotto calci d’angolo e le occasioni che crescono e si accumulano, senza però tramutarsi in gioia per i non tanti spettatori di Fuorigrotta. Spalletti attinge dalla panchina, ma è l’uomo più chiacchierato degli ultimi giorni – vuoi per il rinnovo del contratto, vuoi per il secondo rigore consecutivo sbagliato – ad indicare la via. Il gran gol di Insigne sblocca una gara a senso unico, una ripetenza conclusa da Osimhen chiude i conti. Nel recupero c’è spazio per la rete di Politano. Il Napoli raggiunge l’obiettivo e si lancia alla conquista del primo posto, ancora alla portata dei partenopei.

RISULTATI GIRONE C

Spartak Mosca-Leicester 3-4 (11′, 86′ Sobolev 44′ Larsson 45′, 48′ 54′ 78′ Daka)
Napoli-Legia Varsavia 3-0

CLASSIFICA

Legia Varsavia 6
Napoli 4
Leicester 4
Spartak Mosca 3

TABELLINO

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas (72′ Petagna), Koulibaly, Juan Jesus; Anguissa (57′ Fabian), Demme, Elmas; Lozano (57′ Osimhen), Mertens (72′ Politano), Insigne (81′ Rrahmani)
A disposizione: Ospina, Idasiak, Zanoli, Lobotka All. Spalletti

Legia Varsavia (3-5-1-1): Miszta; Jedrzejczyk, Wieteska, Nawrocki; Johansson, Josué, André Martins (77′ Kharatin), Luquinhas (71′ Kastrati), Mladenovic; Rafael Lopes (59′ Slisz); Muçi (71′ Emreli)
A disposizione: Tobiasz, Kosotrz, Yuri Ribeiro, Celhaka, Skibicki, Rose All. Michnjewicz

Arbitro: Del Cerro Grande (Spa) Var: Hernandez (Spa) Avar: Willy (Fra)
Reti: 76′ Insigne 80′ Osimhen 94′ Politano
Ammoniti: Juan Jesus (N), Manolas (N), Johansson (LV)
Angoli: 18-2
Recupero: 0′ p.t., 5’s.t.