0 00 4 min 1 mese 138

Si giocano a Mondragone e a Maddaloni i big match della sesta di campionato del girone B di Eccellenza. Una giornata che si presenta con sette squadre raccolte in tre punti e con una classifica che non ha ancora una fuga marcata. Mondragone-Frattese (che si disputerà, però, al Comunale di Sessa Aurunca) e Maddalonese-Puteolana (domenica alle ore 11.00), le sfide di maggior interesse per tallonare la capolista Ischia impegnata in trasferta contro il Neapolis. A Maddaloni grande attesa per l’arrivo dei Diavoli Rossi di Pozzuoli, società tra le più prestigiose ed affascinanti del calcio campano con un intenso trascorso tra i professionisti sulla cui panchina, alla fine degli anni ‘80, si è accomodato un certo Claudio Ranieri che proprio a Pozzuoli iniziò a costruire la sua strepitosa carriera da allenatore. Dopo alcune stagioni travagliate, i flegrei sono tra i favoriti al salto di categoria sostenuti da una delle tifoserie più calde ed appassionate della geografia ultras. Saranno oltre centocinquanta a sostenere Guarracino e compagni nella trasferta del “Cappuccini” che per l’occasione si appresta a celebrare la “Giornata Granata”. Il sodalizio del presidente Verdicchio chiama a raccolta il pubblico delle grandi occasioni per sostenere i ragazzi di mister Valerio in un’impresa difficile ma non impossibile. La Maddalonese ha ampiamente dimostrato di avere tanta qualità in mezzo al campo e sogna il colpaccio contro un’autentica corazzata dove traboccano i nomi a cinque stelle.

Carlo Colella, centrocampista della Maddalonese

Interessante sarà la sfida tra i reparti d’attacco con l’attuale coppia-bomber della Maddalonese composta da Fava e Guglielmo che comanda la classifica cannonieri a quota cinque reti, seguita dagli implacabili Grezio e Guarracino entrambi già a segno quattro volte. Puteolana che sbarca al “Cappuccini” come unica ancora imbattuta del girone e con la porta violata solo in tre occasioni (primato condiviso proprio con la Maddalonese e la Frattese). Le due compagini si affrontano dopo un ultimo turno che ha lasciato l’amaro in bocca. Pingue e soci hanno conquistato il primo pareggio in campionato, che li colloca al terzo posto a quota dieci, dopo una gara sicuramente non bella in quel di Ercolano fatta più di calci che di calcio. La compagine di mister Marra, invece, si è vista raggiungere al novantesimo dal Mondragone, perdendo il contatto con la vetta della classifica attualmente distante di un solo punto. Lunghissima la lista dei top player della Puteolana ad iniziare dal portiere Maiellaro, autentica garanzia tra i pali, per continuare con il centrocampista Fontanarosa, il fantasista Gioielli, e l’attaccante Davide Evacuo assolutamente di categoria superiore con trascorsi in Serie C. La Maddalonese ritrova Della Ventura dopo la squalifica e punta ad una sfida senza timori reverenziali. Sarà spettacolo sugli spalti, si spera possa esserlo anche in campo. Le premesse ci sono tutte. “Una partita esaltante dove non bisogna nemmeno caricare più di tanto i calciatori che riescono a captare tutta la bellezza di trovarsi in campo a disputare incontri del genere. Senza troppi giri di parole – afferma mister Angelo Valeriodomenica sarà un’autentica sfida di cartello e questo anche un pochino per merito nostro che fino adesso abbiamo dato davvero il massimo. Affrontiamo una squadra fantastica e farlo davanti un’adeguata cornice di pubblico è ulteriore motivo di orgoglio. La Puteolana potrebbe già oggi disputare la Serie D con la rosa che si ritrova e con un allenatore che non c’entra nulla con la categoria. La Maddalonese? Scendiamo in campo – sottolinea il mister – con la voglia di fare bene, di dimostrare il nostro valore, di confrontarci con una big e con il desiderio nascosto di regalare una gioia alla nostra straordinaria società”.