0 00 3 min 1 mese 294

Ennesimo prestigioso riconoscimento per la Scuola di Cucina e Pasticceria “Dolce & Salato” e per la Pasticceria Lombardi di Maddaloni. Il Pastry Chef, Aniello Di Caprio è ufficialmente sul tetto del mondo dove aver concluso al secondo posto la gara per il miglior panettone del Mondo svoltasi a Milano ed organizzata dall’Accademia del Lievito Madre e del Panettone Italiano. Aniello Di Caprio si è classificato al secondo posto al termine della lunga ed estanuante finale che ha messo in gara i venti migliori pasticceri. Il prestigioso riconoscimento arriva dopo la recente convention svoltasi dell’incantevole scenario della Reggia di Caserta lo scorso 30 settembre che aveva dato il via ad un autentico processo di tutela del panettone, il dolce italiano più famoso a livello internazionale (GUARDA IL NOSTRO SERVIZIO CON VIDEO ESCLUSIVO SULL’EVENTO). Aniello Di Caprio ha letteralmente sbalordito una super giuria che comprendeva tecnici ed esperti di ogni dove. Solo per citare alcuni nomi potremmo parlare della presenza di Matteo Berti, direttore didattico de La Scuola Internazionale di Cucina Italia, Simone Rodolfi, maestro panificatore, consulente e docente per l’Arte Bianca in ALMA, i maestri del Lievito Madre Maurizio Bonanomi e i Presidenti di giuria, Anna Sartori, Mario Bacilieri ha decretato i finalisti che concorreranno domenica 24 ottobre 2021. Poi ancora il Maestro del Lievito Madre Leonardo Di Carlo, il Pastry Chef, Claudio Gatti, Presidente Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano, Cristina Lunardini, Chef e personaggio televisivo, Davide Oldani, Chef 2 stelle Michelin, Ezio Marinato, Consulente esperto della panificazione, Paco Torreblanca, Pastry chef (Spagna). Senza dimenticare la giuria della critica è formata da autorevoli giornalisti e rappresentanti dei media del settore food e pasticceria.

Il Maestro Aniello Di Caprio durante una lezione sui lievitati

Aniello Di Caprio ha conquistato tutti con il suo panettone tradizionale e soprattutto con l’arte che ormai lo consacra ad ogni latitudine: quella della cultura del lievito madre e di una preparazione che non ha eguali. Immediata la pioggia di complimenti via social per un risultato favoloso che rende felici il Maestro Di Caprio con i suoi collaboratori ma anche l’intera Regione Campania