0 00 5 min 2 settimane 103

L’obiettivo è sicuramente ripartire dal secondo tempo di una settimana fa contro l’Ischia, quando si è vista una Maddalonese autoritaria e senza paura. Il pareggio con gli isolani deve rappresentare un punto di ripartenza dopo un periodo sicuramente non fortunato in termini di risultati e soprattutto di fattori esterni che hanno inciso sulla formazione. La Maddalonese si prepara alla nona di campionato sperando di smaltire gli ultimi residui di infermeria ma soprattutto con l’intento di affrontare il Neapolis con la velata speranza di ritrovare quei tre punti che ormai mancano da più di un mese. Ancora presto per parlare del rientro di De Rosa, mentre Zacchia proverà a stringere i denti nonostante una settimana vissuta tra alti e bassi muscolari. Mister Valerio dovrebbe finalmente poter contare su Barletta, Della Ventura e Di Costanzo che, seppur lontani dalla condizione migliore, saranno pronti a dare il proprio contributo di esperienza qualora si presentasse la necessità durante i novanta minuti in programma sabato pomeriggio al “Vallefuoco” di Mugnano (fischio d’inizio alle 14.30, arbitra Riglia di Ercolano, diretta streaming sulla pagina facebook ufficiale MADDALONESE CALCIO 1919). Importante l’amalgama creatasi tra il gruppo e i gemelli Allegretta arrivati sul fotofinish del mercato e gettati nella mischia dopo quasi un anno di inattività. Pasquale e Giuseppe, però, hanno già dimostrato di poter essere un prezioso valore aggiunto. “Siamo tornati ad allenarci finalmente in gruppo dopo alcune settimane in cui non si arrivava nemmeno a dieci calciatori disponibili. Speriamo – afferma l’allenatore Angelo Valerio – di continuare a toglierci i cerotti e riprendere quel cammino che ci ha visto protagonisti fino all’inizio di ottobre. La Maddalonese punta a risalire la china in classifica, assestarsi in posizioni sicuramente più tranquille e soprattutto a far vedere il proprio potenziale. Sabato pomeriggio incontriamo un’avversaria nel suo momento migliore che ha dimostrato contro formazioni più blasonate di non soffrire complessi di inferiorità. Il Neapolis – conclude il tecnico – punta sulla vivacità e l’entusiasmo dei suoi giovani, ma noi abbiamo tanta voglia di disputare una gara a viso aperto cercando di imporre il nostro gioco”.

Una recente formazione della Maddalonese

Al debutto assoluto in Eccellenza, il Neapolis rappresenta una bellissima realtà del calcio dilettanti portata avanti con passione, entusiasmo e sacrificio dalla famiglia La Peccerella che punta a centrare una storica salvezza attraverso la valorizzazione dei tanti giovani che compongono la rosa allenata da mister Peluso. Attualmente posizionata al quart’ultimo posto in classifica, ha conquistato cinque punti nelle ultime tre partite in cui spiccano i pareggi con Ischia e Mondragone. Due punti conquistati contro avversarie più quotate che però hanno lasciato tanto amaro in bocca a Scuotto e compagni. Contro l’Ischia, infatti, un rigore sbagliato nel finale ha tolto al Neapolis la gioia dei tre punti, mentre con il Mondragone è arrivata la rimonta a venti minuti dalla fine dopo un match disputato a testa alta. Sicuramente qualcosa da registrare in difesa (14 le reti subite), mentre in attacco è da poco arrivato il grande ex Bruno Di Pietro, tre anni e tanti splendidi ricordi con la maglia della Maddalonese. L’attaccante si ritroverà subito di fronte i compagni con i quali ha condiviso gli spogliatoi fino a qualche settimana fa. I padroni di casa dovranno, invece, fare a meno di Siciliano fermato per un turno dal Giudice Sportivo. Una nona di campionato che dovrebbe essere ancora favorevole alla capolista Puteolana impegnata tra le mura amiche con il Barano. Il Napoli United (distaccato di due punti) cercherà di continuare la serie positiva sul difficile campo dell’Ercolanese, mentre la Frattese (a meno quattro dalla vetta) sarà impegnata nel big match di giornata contro il Forio.