0 00 4 min 2 settimane 108

Sconfitta amara per la Maddalonese che torna da Mugnano con un ko che lascia tanto amaro in bocca e fa precipitare i granata nelle retrovie della classifica. Due punti nelle ultime cinque gare rappresentano un bottino troppo magro per una rosa sicuramente di pregevole caratura. Partita senza grandi emozioni che il Neapolis ha saputo affrontare nella migliore maniera, aspettando l’occasione propizia per colpire e riuscendo a chiudere alcune delle iniziative avversarie. I giovani di mister Peluso (cinque under nella formazione titolare) non hanno sofferto i nomi sicuramente più importanti di sponda Maddalonese e dopo aver sofferto l’iniziativa avversaria nel corso del primo tempo, hanno saputo capitalizzare al massimo l’unica giocata di rilievo. Maddalonese che tiene ancora fuori Barletta dopo l’ultimo test pre partita e deve partire senza Guglielmo non al meglio delle condizioni. La prima frazione di gioco fa ben sperare con i granata che mantengono possesso palla e cercano la via del gol, racchiusa in due occasioni clamorose: al 24’ Pasquale Allegretta, sugli sviluppi di una punizione, tenta la conclusione a rete di prima intenzione ma prima il portiere e poi il groviglio di gambe della difesa Neapolis, negano la gioia della rete. Al 33’ Colella scatta sul filo del fuorigioco e serve a rimorchio Pingue che vede la sua conclusione uscire di poco al lato. Il Neapolis non impensierisce mai seriamente Cerreto ma regge bene il campo. Nel secondo tempo l’involuzione decisiva della Maddalonese che non riesce a creare sostanziali pericoli. Al 46’ prima occasione degna di nota per i padroni di casa con Riccio che svetta da corner ed impatta ottimamente ma il colpo di testa si perde di poco sul fondo. Al 59’ l’episodio che decide la gara: Catena è il più veloce di tutti a scattare sulla fascia e servire al centro per Barretta che spinge in rete a porta sguarnita. Questo il fotogramma che decide la nona di campionato. La Maddalonese prova a raggiungere quello che sarebbe un punto tuttavia meritato ma non arrivano pericoli importanti. Al 94’, nel forcing finale, è Falco a gettare il pallone della disperazione in area: Fava svetta di testa, Bardet gli risponde da campione regalando ai suoi compagni tre punti forse poco previsti alla vigilia ma che rendono merito allo spirito con il quale è stata affrontata la partita.

Pingue, Cerreto e Di Costanzo della Maddalonese

NEAPOLIS-MADDALONESE 1-0

NEAPOLIS: Bardet De Villandova, Esposito S., Lanzillo, Varriale (76’ Zambrano), Riccio, Terribile, Festa, Di Pietro (65’ Esposito G.), Catena (87’ Pirone), Scuotto, Barretta. A disp.: Esposito S. ’03, Caianiello, Monaco, Galasso, Piscopo, Sarnataro. Allenatore: Peluso

MADDALONESE: Cerreto, De Fenza, Zacchia (85’ Romagnoli), Falco, Ferraro (49’ Guglielmo), Colella, Pingue, Fava, Allegretta G. (65’ Di Costanzo), Allegretta P. A disp.: Domigno, Viscovo, Della Ventura, Natale, Alfano. Allenatore: Valerio

ARBITRO: Riglia di Ercolano

MARCATORE: 59’ Barretta

AMMONITI: Varriale, Zacchia, Pingue, De Fenza, Riccio, Percope, Zambrano

NOTE: pomeriggio nuvoloso, spettatori 100 circa, angoli 3-2