0 00 4 min 2 mesi 175

di Antonio Del Monaco* Voglio rivolgermi ai burattinai.
A coloro che manovrano i fili nel buio…per gettare le persone nel caos, nel panico!
“La mia libertà finisce dove inizia la tua”, sentiamo spesso dire. Una linea sottile, un equilibrio delicatissimo…come il periodo che continuiamo a vivere, e che molti, forse, non hanno compreso a pieno. O forse sì, e ne approfittano.

Non mi riferisco tanto a coloro che scelgono di non vaccinarsi, sebbene non ne comprendo il rifiuto, dato il pericolo costante. È giusto avere un opinione diversa, è giusto essere dubbiosi. Ma qui non si tratta di un capriccio, non si tratta di indossare o no una divisa; non si tratta di scegliere solo per se stessi.
Le scelte inerenti al Covid, alla pandemia, alle restrizioni, al vaccino, al green pass…riguardano il rispetto e la tutela di tutti. Tutti.
E quindi non va bene. Non va bene che qualcuno ci stia marciando subdolamente, diffondendo rabbia, terrore, violenza!
Ripenso a quanto accaduto al Campidoglio americano, ai sostenitori di Tramp, aizzati dal “vichingo” che, probabilmente, è solo una pedina.

Mi riferisco dunque a voi che scegliete di gettare una pietruzza nello stagno ed allargare i cerchi, moltiplicarli…
Questa non è democrazia, non è libertà: è una scelta criminale, una consapevolezza del male che nessun Dio potrà mai perdonare.

Cosa credete di ottenere?
La storia si ripete: estremisti di destra, facinorosi, violenti, neonazisti, neofascisti…
Perché fomentare questa cieca pazzia?

Non è giusto mettere a rischio la salute altrui, la vita altrui. Non è giusto ricominciare da capo, riempire gli ospedali, affollare le terapie intensive, mettere a rischio i più deboli.
L’aumento dei contagi non è casuale…e non possiamo rischiare una nuova strage. Com’è possibile tanto egoismo? Tanta cieca superbia?

Placatevi, rinsavite!
La gente continua a star male, a morire…e non sappiamo cosa ci riservano le prossime ore, i prossimi giorni. Le previsioni non sono buone, e sarebbe potuto non essere così se ognuno avesse fatto ciò che andava fatto, senza paure, senza stupide, catastrofiche e pericolose prese di posizione!

Comportatevi da uomini: salvate voi stessi, chi amate e il prossimo.
Il green pass non è una limitazione, bensì una possibilità di rinascita. L’unica. E lo sapete.
Ricominciare è possibile, ma serve la collaborazione di tutti, per il bene di tutti. Comprendete il senso della parola “Bene”?
Evidentemente no…

Non possiamo permetterci un altro lockdown come sta accadendo in alcune nazioni europee; non possiamo permetterci altri morti, stavolta molto più giovani. Non possiamo permetterci il collasso economico.

E chiedo ai manifestanti di fermarsi a riflettere: non vaccinarsi, andare in giro a creare caos, farsi beffa delle norme di sicurezza, mettere in pericolo chiunque…non significa essere le voci “intelligenti” fuori dal coro.
Siate intelligenti allontanandovi da chi vi pilota vilmente.

Untori, criminali, stragisti: possa Dio illuminarvi in questa vita…o perdonarvi, nell’altra.