0 00 2 min 1 settimana 265

MADDALONI- E’ brave chi ci capisce quale è il criterio che ispira la rimozione coatta dei cartelloni 6×3 e di quelli pubblicitari abusivi in generale. Sembra proprio che la rimozione non sia uguale per tutti. E se è uguale per tutti non è ubiquitaria. Così, rimossi tutti gli impianti non si comprende perché alcuni restino ancora al loro posto. E’ il caso di via Roma dove l’installazione continua a non essere rimossa e ad usufruire anche di illuminazione (pubblica o privata?). Insomma, è bravo chi ci capisce qualcosa: in via Roma e in via Bixio no e altrove si. Saranno forse impianti autorizzati? Ma la legge nazionale non mette la bando proprio le istallazioni 6×3? Oppure il legislatore ha previsto delle deroghe? Tolti gli impianti sulla strada pubblica restano intatto quelli sulle aree private. Quindi la rimozione non è uguale per tutti? E poi c’è un problema che nessuno osa sollevare. Se la guerra, giustamente, è guerra all’abusivismo e al mancato rispetto delle norme o regolamentazione del settore perché non si interviene anche sul Far West della pubblicità esiste ma riguarda soprattutto le piccole insegne, la cartellonistica e tutti gli annunci pubblicitari presenti sull’intero territorio a partire dai 4×3? Il mistero della regolamentazione, tutta da completare, continua.