0 00 5 min 2 giorni 149

La cultura e la storia napoletana ritornano a sposarsi con la solidarietà in un nuovo affascinante viaggio che unirà presente e passato. Sabato 27 novembre a partire dalle 20.30 si accenderanno le luci sulla nona edizione di “Napoli nel Cuore”, evento ideato da Fabrizio Finamore che racconta quell’universo sociale e culturale che Napoli ha espresso nella storia e che fa sì che alla cultura napoletana si rimanga profondamente, visceralmente legati. Dagli spazi romani del Teatro Eduardo De Filippo di Officina Pasolini in Roma, Finamore introdurrà e coordinerà le esibizioni arrivate dagli artisti di questa nona edizione che racconteranno con note, canzoni, racconti e testimonianze il loro rapporto con Napoli e la sua cultura. Per il secondo anno consecutivo la manifestazione sarà visibile attraverso la diretta streaming sul sito ufficiale www.napoli-nel-cuore.it L’evento nasce nel 2013 nel ricordo di Mario Finamore, grande giornalista RAI che ha speso tutta la sua carriera nel portare in alto il nome della cultura napoletana con i suoi più illustri portavoce. In questi anni tanti gli artisti – napoletani e non – che hanno realmente partecipato con il cuore alle varie edizioni contribuendo alla crescita e al suo successo.

La locandina-omaggio a Mario Finamore

L’edizione 2021 in programma Sabato 27 Novembre alle 20.30 sarà aperta da una napoletana DOC come Marisa Laurito per poi proseguire con la performance di Elisabetta Serio, storica pianista di Pino Daniele che tornerà sul palco di “Napoli nel Cuore” questa volta con la formazione delle Sesemama (Brunella Selo, Annalisa Madonna, Fabiana Martone) per proporre un loro magico tributo proprio al “nero a metà”. L’evento digitale poi sarà arricchito dalla testimonianza di Laura Valente, storica vocalist dei Matia Bazar ma, in questa occasione, soprattutto nella veste di moglie di una delle più grandi voci della musica italiana: Mango. Grazie a lei ci saranno alcune “chicche” del cantautore lucano riscoperte proprio per il pubblico di “Napoli Nel cuore“. Altro grande ritorno quest’anno quello di Joe Barbieri cantautore raffinato che per questa edizione ha voluto proporre voce e chitarra “Vedi Napoli e poi canta”, il brano tratto dal suo ultimo apprezzatissimo ultimo album “Tratto da una storia vera” dedicato proprio alla sua città. Toccherà poi a Giovanni Caccamo artista di rara sensibilità, che darà una breve testimonianza del suo legame con la cultura napoletana. Ma tra gli ospiti straordinari di questa edizione spicca la testimonianza di Mogol che dalla sua scuola, il CET, racconterà al pubblico aneddoti, ricordi e quanto la cultura napoletana ha influenzato i suoi 50 anni di capolavori della musica italiana. A chiudere l’evento poi, sarà una grande artista internazionale come Noa che ha sempre coniugato la musica del mondo con l’attenzione al sociale.

Con Laura Valente un esclusivo ricordo di Mango

Immancabili, infine, due ospiti che da anni hanno visto crescere la manifestazione partecipando a quasi tutte le edizioni con le performance di assoluta originalità, gli attori Pino Ammendola e Vittorio Viviani accompagnati “virtualmente” dalla chitarra dal giovane cantautore Matteo Cappella. Fondamentale anche quest’anno la finalità sociale dello spettacolo che si conferma come un grande evento nato per abbinare cultura e solidarietà. La finalità di quest’anno legata al progetto Cucina Solidale. Da anni la Comunità di Sant’Egidio di Napoli porta avanti una grande attività legata alle cene itineranti per i tanti senza fissa dimora e per tutte le persone in difficoltà che soprattutto dopo questo tempo di Covid, così difficile per tutti, non avendo nulla sono rimaste isolate in strada. Tutte le donazioni di quest’anno andranno a sostenere questo progetto, con l’acquisto di beni essenziali e concreti, quali ad esempio dei congelatori. Per tale finalità, durante tutto il corso dell’evento digitale, il pubblico troverà in sovraimpressione direttamente l’Iban della comunità di Sant’Egidio di Napoli (IT82V0200803443000400482192) che è possibile sostenere con la propria offerta libera, con la causale “Napoli nel cuore”.

Elisabetta Serio, pianista di Pino Daniele