0 00 2 min 1 anno 719
Il Maestro calatino si piazza al terzo posto ai campionati nazionali di Poomsae, nella categoria Senior 2, che si sono svolti ad Arezzo lo scorso weekend

Nel weekend appena conclusosi sono andati in scena ad Arezzo i Campionati italiani di Poomsae e Freestyle di Taekwondo e ParaTaekwondo 2021. Due giorni di gare al Palasport “Estra” Mario D’Agata, in cui in una sola competizione è stato possibile assistere a creatività, agilità e precisione tecnica. Da un lato le forme, che rievocano le origini del taekwondo, con movimenti codificati che premiano la fedeltà dei movimenti rispetto a un modello ideale di esecuzione. Dall’altro il freestyle, che lascia più spazio all’estro coreografico del performer, pur richiedendo elevatissimi livelli di padronanza tecnica e abilità stilistica. In Toscana era presente anche l’Athletic Lab di Maddaloni, dei maestri Aniello e Pierluigi Renga.

Proprio quest’ultimo si è aggiudicato la medaglia di bronzo. Una vittoria cercata e fortemente voluta. “Nulla di improvvisato, abbiamo lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo”, le parole del Maestro Pierluigi dopo il terzo posto. “Una medaglia frutto di molti sacrifici, per recuperare una forma psico-fisica accettabile ho dovuto perdere 3 kg e mezzo. È stato un mese e mezzo intenso, compreso un dolore importante per la perdita di una persona cara, a cui dedico la medaglia. Avevo fame di un successo – continua Renga. Devo ringraziare Aniello, fratello e mio Maestro, che mi ha spronato – e qualche volta cazziato – per raggiungere questo traguardo”.

La medaglia di bronzo vinta dal Maestro Pierluigi Renga