0 00 5 min 2 settimane 169
Foto: © SSC Napoli
Succede di tutto al Maradona: la Fiorentina – in 10 per 39 minuti – va sul 2-1, il Napoli (in 9) acciuffa il pareggio al 95′. Ai supplementari dilagano i viola

L’Atalanta è già ai quarti di finale, dopo aver battuto ieri il Venezia per 2-0: da Bergamo la Dea aspetta la sua sfidante, al Gewiss Stadium il 9 febbraio, che viene fuori dal match del Maradona, l’ottavo tra il Napoli e la Fiorentina. È la 19ª volta che azzurri e viola si sfidano in Coppa Italia – 6 vittorie dei partenopei, 3 dei gigliati e 8 pareggi. Anche una finale tra i due club, quella del 2013/14: allora, la squadra di Rafa Benitez trionfò per 3-1 su quella di Vincenzo Montella.

BOTTA E RISPOSTA VLAHOVIC-MERTENS

Possesso palla e volontà di proporre gioco sono gli elementi che contraddistinguono le due squadre. Napoli che appena può prova a verticalizzare, Fiorentina che viaggia più in orizzontale e come sempre non teme di mantenere alta la linea difensiva. La viola però, grazie alla sua aggressività, riesce a togliere spazi e sbocchi agli azzurri e prende il controllo del match. Occasioni per Vlahovic – bella parata di Ospina – e Milenkovic – colpo di testa sulla parte alta della traversa. Ancora Vlohovic ha la meglio in un duello con Tuanzebe e sblocca il risultato. Gara più che in salita per i partenopei, ma Dragowski rovina tutto per i gigliati, mettendo tutto in discussione. Prima l’errore che dà a Mertens la palla del pareggio – una perla quella del belga – e poi si fa espellere, lasciando la squadra di Italiano in 10 per tutto il secondo tempo.

NAPOLI IN 9, PETAGNA SALVA GLI AZZURRI

La superiorità numerica cambia le carte in tavola. Il Napoli riesce con più facilità a manovrare, Fiorentina costretta sulla difensiva. Eppure sono i viola che, a sorpresa, si riportano di nuovo avanti: il bel sinistro di Biraghi è imprendibile per Meret. Il gol subito fredda gli azzurri che, nonostante l’uomo in più, non riescono a reagire. Come nel primo tempo, i ragazzi di Italiano riescono a chiudere gli spazi, mentre il palo nega il pareggio a Lozano. Poco dopo restano in 10 anche i partenopei, per il rosso diretto proprio al messicano. Dal 90esimo succede di tutto: Napoli in 9 per il secondo giallo a Fabian, quando tutto sembra finito un errore della difesa toscana al 95′ regala il pareggio a Petagna.

SI VA AI SUPPLEMENTARI – Costretti in 9, gli azzurri possono solo difendersi e ripartire, mentre la Fiorentina fa possesso e riesce a far valere l’uomo in più. Venuti e Piatek decidono il match tra il primo e il secondo tempo supplementare, Maleh realizza anche il quinto gol: sono i toscani ad andare ai quarti.

TABELLINO

Napoli (4-2-3-1): Ospina (46′ Meret); Di Lorenzo, Tuanzebe, Rrahmani, Ghoulam (83′ Malcuit); Demme (64′ Fabian), Lobotka (91′ Cioffi); Politano (64′ Lozano), Mertens, Elmas; Petagna (93′ t.s. Juan Jesus)
A disposizione: Idasiak, Zanoli, Costanzo, Vergara All. Spalletti

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Venuti, Milenkovic, Nastasic (90′ t.s. Igor), Biraghi; Castrovilli (89′ Bonaventura), Torreira, Duncan (49′ p.t. Terracciano); Gonzalez (89′ Ikoné), Vlahovic (73′ Piatek), Saponara (46′ Maleh)
A disposizione: Odriozola, Terzic, Pulgar, Callejon, Kokorin, Rosati All. Italiano

Arbitro: Ayroldi di Molfetta Var: Dionisi Avar: Paganessi
Reti: 41′ Vlahovic 44′ Mertens 57′ Biraghi 95′ Petagna 106′ Venuti 108′ Piatek 119′ Maleh
Ammoniti: Duncan (F), Rrahmani (N), Castrovilli (F), Fabian (N), Tuanzebe (N) Note: espulsi Dragowski al 47′ del primo tempo; Lozano all’84’; Fabian al 93′; espulso Domenichini (vice di Spalletti)
Angoli: 6-6
Recupero: 2′ p.t., 6′ s.t., 1′ p.t.s., 0′ s.t.s.