0 00 2 min 7 mesi 361

MADDALONI- Un mare di rifiuti non raccolti. Bustoni neri ovunque. Immondizia non rimossa in gran parte del territorio cittadino. Ed è solo sabato. Domani, con la solita ondata del fine settimana, Maddaloni sarà diventata la “Bagdad dei rifiuti” con tutti il rispetto per la capitale martoriata dell’Iraq. L’accostamento è quando c’erano i bombardamenti. Maddaloni bombardata da sacchetti di rifiuti non rimossi. Questo 2022, è cominciato proprio malissimo. A Capodanno, c’era il problema dello Stir. Poi, c’è stato il problema della mancanza di compattatori. Poi, le navette fuori uso. E ora non si comprende perchè non si riesca mai, in un solo giorno, a ripulire la città. Qualsiasi sia la motivazione siamo al disastro organizzativo e ad un capolavoro di degrado. Colpa della Buttol? Carenze organizzative del Comune? Non lo sappiamo. Sappiamo per certo che si continua a praticare la raccolta a singhiozzo e a zone alterne. Tre sono le componenti che contribuiscono al degrado urbano: un capitolato d’appalto della Nu emerso dopo 10 anni di gestione sconcertante del servizio (comprese la rimozione e gli arresti di sindaci); l’oggettiva inconsistenza del comune (capace solo di garantire il regolare pagamento di un canone mensile di 400 mila euro) e l’abbandono incontrollato. E domani, sarà anche peggio.