0 00 3 min 4 mesi 169
Foto: © SSC Napoli
Decide una doppietta di Lozano, che torna al gol in campionato dopo oltre 2 mesi. Troppo poco quanto fatto dal Bologna – recentemente bloccato dal Covid – per poter impensierire gli azzurri

Il fiato sul collo della Juventus, distante appena due punti, è un ottimo motivo per recarsi a Bologna con l’unico obiettivo di portare a casa un successo. L’aggressività che il Napoli mette fin dai primi secondi di gara pare testimoniare questa volontà e se non fosse Skorupski, dopo 5 minuti il match potrebbe già mettersi in discesa. Il leitmotiv della sfida del Dall’Ara si delinea velocemente: gli azzurri gestiscono il pallone e provano a schiacciare i rossoblù, i felsinei giocano di rimessa.

IL GOL DEL CHUCKY – Aveva qualcosa da farsi perdonare Lozano. La rapida espulsione in Coppa Italia, la grossa occasione sbagliata dopo 5 minuti. È il messicano a sbloccare il risultato sfruttando con il giusto movimento in area di rigore l’assist di Elmas. I partenopei si dedicano al palleggio, non incontrando resistenze da parte dei romagnoli e conservano il vantaggio all’intervallo. Che potrebbe essere doppio, se l’incrocio dei pali non fermasse il sinistro di Fabian, lasciato partire dalla sua mattonella.

LA DOPPIETTA DI LOZANO

Il raddoppio è questione di poco: dal ritorno dagli spogliatoi, lo spagnolo confezione l’assist per la seconda rete del messicano, che non realizzava una doppietta dal match del 17 ottobre 2020 contro l’Atalanta. L’immediato triplo cambio di Mihajlovic non desta i suoi, l’aggressività con cui gli azzurri vanno a caccia del pallone non consente ragionamenti ai rossoblù, mentre la qualità del palleggio partenopeo è piacere per gli occhi. Unico neo, un leggera sufficienza nel cercare la rete per chiudere definitivamente i conti. Si rivede in campo Osimhen, dopo il tremendo infortunio patito contro l’Inter: il nigeriano – che sfiora anche il gol – può così scaldare i motori in vista dei prossimi impegni.

TABELLINO

Bologna (3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Binks, Theate; De Silvestri, Viola (52′ Dominguez), Svanberg, Hickey (72′ Pyyhtia), Soriano (67′ Vignato); Arnautovic (52′ Falcinelli), Sansone (52′ Skov Olsen)
A disposizione: Bardi, Bonifazi, Medel, Stivanello, Bagnolini, Van Hooijdonk, Cangiano All. Mihajlovic

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Lobotka, Fabian (86′ Petagna); Lozano (71′ Politano), Zielinski (80′ Demme), Elmas (86′ Ghoulam); Mertens (71′ Osimhen)
A disposizione: Idasiak, Marfella, Malcuit, Tuanzebe, Zanoli, Vergara All. Spalletti

Arbitro: Marinelli di Tivoli Var: Fabbri Avar: Alassio
Reti: 20′ e 47′ Lozano
Ammoniti: Soumaoro (B), Zielinski (N), Theate (B), Binks (B)
Angoli: 1-4
Recupero: 1′ p.t., 4′ s.t.