0 00 5 min 4 mesi 258

Fra qualche giorno, il 27 gennaio, celebreremo la Giornata della Memoria. Vogliamo sperare che anche nella nostra città possa essere adeguatamente celebrata, coinvolgendo scuole e cittadini e, soprattutto, evitandoci i soliti pasticci degli ultimi anni, quando sono state accomunate impropriamente questa data con il 10 febbraio, Giorno del Ricordo degli istriani, fiumani e dalmati. Un pasticcio che nel 2019 costrinse l’AMBC (nel disinteresse generale) ad intervenire per fare chiarezza: http://www.contrastotv.it/mondragone-ambc-sempre-piu-somiglianti-a-cimabue-fanno-una-cosa-e-ne-sbagliano-due/. La città di Mondragone ha la capacità- a volte– di anticipare alcune negative questioni nazionali. A livello nazionale, infatti, tale strumentale e pericoloso accostamento ha costretto lo scorso anno Tomaso Montanariad una dura quanto efficace presa di posizione  https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2021/08/30/foibe-verita-e-menzogne-dietro-la-canea-delle-destre/6304838/. Presa di posizione che suscitò un coro di accese proteste dalle parti di quella destra che fa ancora molta fatica ad affrancarsi dai rigurgiti fascisti. Quest’anno per celebrare il prossimo 27 gennaio, l’AMBC, tra le tante iniziative che si vanno sviluppando a livello nazionale,segnala in particolare il progetto speciale di social reading di https://www.twletteratura.org/sulla nuova app:  https://betwyll.com/it/. Si leggerà insieme e si commenterà il discorso tenuto dalla senatrice Liliana Segre al Parlamento europeo il 29 gennaio 2020, in occasione del 75° Anniversariodella Liberazione di Auschwitz. Il testo sarà preceduto dall’introduzione dell’allora presidente David Sassoli, recentemente scomparso. Ricordiamo che Liliana Segre, nata a Milano nel 1930 in una famiglia di discendenza ebraica, venne arrestata all’età di 13 anni e deportata nel campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau nel gennaio 1944. Dopo un anno di lavori forzati in una fabbrica di munizioni, alla fine del gennaio 1945 fu costretta a partecipare alla “marcia della morte”, il trasferimento forzato dei prigionieri del campo verso la Germania, organizzato dai nazisti all’avanzare delle truppe sovietiche. Liliana Segre venne liberata nel maggio 1945 dall’Armata Rossa nel campo di Malchow, una dei 25 sopravvissuti tra i 776 bambini italiani minori di 14 anni deportati ad Auschwitz. Nel 2018 è stata nominata senatrice a vita “per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale”. Il progetto che l’AMBC segnala rientra tra le commemorazioni del Giorno della Memoria della Città di Torino svolte dagli enti partner del Polo del ‘900. Invitiamo soprattutto i più giovani a partecipare. Come? Scaricando la appBewyll nella sua versione completamente rinnovata da App Store o Google Play e iniziando a seguire il progetto che si troverà nella library. Al suo interno sono pubblicati i testi dei due discorsi, che si potranno leggere e commentare insieme agli altri lettori della community con brevi messaggi di 140 caratteri a partire da giovedì 27 gennaio 2022https://www.twletteratura.org/. L’AMBC segnala, inoltre, l’interessante portale dedicato alla didattica della #Shoah realizzato dal Ministero dell’Istruzione insieme all’Unione delle comunità ebraiche. Il portale è Scuolaememoria.it, dove si legge: “Il sito nasce come strumento per sensibilizzare e affiancare i giovani alla riflessione sui temi della Shoah, dell’antisemitismo, dell’indifferenza nei confronti delle discriminazioni, attraverso la fruizione di percorsi, modalità pedagogiche e testi in continuo aggiornamento, che si avvalgono di rimandi a siti specializzati”. Obiettivo dell’iniziativa è quello di creare uno strumento, fra le scuole di tutto il territorio nazionale, dove scambiare le esperienze positive, le “best practise”. Concludiamo facendo presente che il Centro Interuniversitario di Ricerca Bioetica (CIRB), in collaborazione con il Seminario Permanente “Etica Bioetica Cittadinanza”, con il Comitato Etico dell’Ateneo federiciano e con l’Ufficio Scolastico Regionale, promuove per il “GIORNO DELLA MEMORIA” del  27 GENNAIO 2022 una iniziativa di commemorazione e di studio dal titolo: “IDENTITÀ E DIVERSITÀ: TRA DISCRIMINAZIONE DEI DIRITTI E PERSECUZIONE DELLE VITE”, che si svolgerà online e potrà essere seguito in diretta sul canale YouTube del CIRBal seguente link: https://tinyurl.com/YT-CIRBLe scuole che intendono aderire alla commemorazione del Giorno della Memoria dovranno inviare un’apposita scheda entro e non oltre le ore 12:00 del 26 gennaio 2022 all’indirizzo di posta elettronica: giornodellamemoria2022.campania@gmail.com. Per informazioni: prof.ssa Marina De Blasio USR Campania Ufficio III cell-3473051737 e-mail m.deblasio@istruzione.it.