0 00 2 min 4 mesi 296

ARIENZO – Sono state oltre 160 le inoculazioni di vaccino somministrate al primo hub scolastico del distretto sanitario di Maddaloni. Numeri importanti, che hanno dato un forte contributo alla campagna di vaccinazioni riservate ai bambini compresi tra i 5 e gli 11 anni.

«Crediamo che la scuola debba mettersi a disposizione delle famiglie – ha dichiarato la preside Rosa Prisco – e con questa iniziativa abbiamo proprio voluto facilitarle nella procedura di prenotazione, nel raggiungimento del punto vaccinale, nell’esecuzione in orario extrascolastico ed extralavorativo. Inoltre abbiamo pensato che per i bambini vivere l’esperienza della vaccinazione in un ambiente familiare,  accogliente e già noto, potesse mitigare ansie e timori».

Famiglie intere hanno così raggiunto il plesso Valletta dell’istituto comprensivo Galilei, aderendo alla campagna fortemente voluta dalla dirigente Prisco.

«Crediamo che la campagna vaccinale – conclude la Prisco – sia l’unica arma che abbiamo contro l’avanzata del virus e a favore della didattica in presenza».

L’idea della preside Prisco è stata sposata fin dal primo momento dal direttore generale dell’Asl di Caserta, Ferdinando Russo, e dall’equipe medica presente ad Arienzo venerdì e sabato Geppino Medici e De Michele.

«Come Distretto – dichiara Attilio Roncioni, direttore sanitario del distretto 13 – siamo alla nostra prima esperienza di hub vaccinale in una scuola. Un’esperienza positiva per bambini e genitori, ma anche per il personale sanitario. Siamo soddisfatti e ci auguriamo che dopo l’istituto Galilei anche altre scuole del distretto diano la loro disponibilità per allestire hub vaccinali pediatrici».