0 00 4 min 9 mesi 339

di Grazia Tedesco* Un anno fa, proprio in questo periodo, veniva siglato un accordo importante per la nostra Caserma: l’apertura di un Hub vaccinale.
Più la burocrazia aumentava, più sembravano venir fuori difficoltà. Ma non ci siamo mai arresi, convinti dell’unica cosa fondamentale in quel momento come oggi:
UNITI SI VINCE!
E abbiamo vinto.
Tanta fatica, tanta tensione, tanto lavoro per un unico risultato: “1 giugno 2021 apertura dell’Hub Vaccinale presso la Caserma Magrone di Maddaloni, Scuola di Commissariato dell’Esercito”.
Abbiamo avviato una macchina senza sosta, 8 giorni dopo abbiamo inaugurato quella che in pochi mesi è diventata una vera e propria struttura sanitaria per l’accoglienza dei vaccinandi.
Abbiamo fatto lunghi turni, assieme ai sanitari, ai medici e alla protezione civile.
Noi, che come struttura e personale, siamo una piccola realtà militare. E senza sosta nè fermata, abbiamo aggiunto questa nuova avventura alle precedenti.
Abbiamo ascoltato lamentele, proteste, sfoghi. Siamo stati l’Esercito di tutti: dei bambini che sorridevano intimiditi alla richiesta di poter provare il basco; dei ragazzi che attendevano un codice a barre per la libertà; degli adulti impauriti perché troppe le brutte notizie in TV; siamo stati l’Esercito degli anziani spaventati “caporá io ho fatto la guerra, mo mi vogliono ammazzare con un vaccino”.
Noi tutti speriamo che ognuno di Voi, vaccinato o accompagnatore, si sia sentito accolto, protetto, sicuro in tutta l’insicurezza in cui si è vissuti e si sta vivendo.
Speriamo e siamo certi di averVi regalato qualche sorriso durante le lunghe attese al vento, alla pioggia, al sole e al caldo, cercando quanto più possibile di accogliere le vostre richieste e sistemarVi sempre al meglio con ogni tipo di riparo.
Speriamo e vogliamo credere di essere stati per Voi tutti un punto di riferimento, e chiediamo scusa se, delle volte, stanchi e sopraffatti, siamo potuti risultare scorbutici o adirati. Nulla era contro il cittadino. Per questo aggiungo che siamo sicuri e certi che tutti Voi sappiate che sotto la Divisa, ci sono Uomini e Donne, padri e madri, figli e figlie, fratelli e sorelle che hanno vissuto tutto con e accanto a Voi e delle volte, ancor prima di Voi!
Con oggi si chiude un pezzo di storia per la nostra Caserma, per la nostra città, per la nostra Nazione restando con la speranza di poter riaprire presto le porte della Caserma per poter far visitare i luoghi di una volta e quelli di oggi, attraverso una storia senza tempo che narra ogni vicenda, con poche sconfitte e tante vittorie.
GRAZIE ai medici e ai sanitari e GRAZIE alla Protezione Civile per il rispetto reciproco, per la collaborazione e per il sostegno che, unito al nostro, ha trasformato un momento così critico in tanta umanità!
GRAZIE ai politici della nostra città per averci sostenuto sempre.
Non per ultime, GRAZIE alle numerose Autorità che ci hanno fatto visita ringraziandoci per il lavoro svolto.
E infine GRAZIE a voi cittadini!

*Caporale maggiore scelto in servizio presso la Scuola di Commissariato di Maddaloni