0 00 4 min 9 mesi 276
Foto: © SSC Napoli
Un gol dell’attaccante francese ad inizio ripresa regala tre punti pesanti in chiave scudetto ai rossoneri: Napoli poco convincente, gli azzurri scivolano al terzo posto

È il big match della 28ª giornata di Serie A. È la sfida scudetto. L’ennesima nella stagione della squadra di Spalletti, che, ai vertici della classifica sin dall’inizio del campionato, non deve mai dimenticare di guardarsi nel frattempo alle spalle. È NapoliMilan, la gara che consegna ai rossoneri il ruolo di anti-Inter, con i nerazzurri tornati alla vigilia del match del “Maradona” in testa alla classifica – e con ancora una gara in meno da disputare.

RITMO SI, OCCASIONI NO

Sarà che l’ex San Paolo è tornato a dipingersi pienamente d’azzurro, fatto sta che la prima parte di gara è di marca partenopea. I rossoneri provano ad arginare la foga del Napoli alzando il pressing per impedire la costruzione dal basso degli azzurri, ma la squadra di Spalletti riesce a uscirne con palleggio e qualità, arrivando meglio del Milan all’altezza dei sedici metri. Ritmo e intensità caratterizzano un match particolarmente caldo anche in panchina, con qualche episodio dubbio in entrambe le aree di rigore, che però Orsato lascia correre. Meglio invece la squadra di Pioli nella seconda parte del primo tempo, capace di prendere campo e di arginare meglio la manovra degli azzurri. Con Leao che sale in cattedra, è il Milan ad apparire più pericoloso. Tuttavia, di occasioni in grado di sbloccare il risultato non ce n’è sono, né da una parte, né dell’altra.

GIROUD MATCH WINNER

La chance arriva appena cominciata la ripresa: il tiro sbagliato di Calabria diventa un assist per Giroud, al suo ottavo gol in campionato. Giocano bene i rossoneri, mentre il Napoli fatica a reagire e, quando lo fa, lascia spazi al Milan. Più di nervi che di qualità, gli azzurri tentano di riacciuffare il risultato, ma le occasioni latitano. I meneghini infatti riescono a tenere a bada l’attacco partenopeo. A dieci dalla fine Spalletti tenta il tutto per tutto, inserendo Mertens, Lozano e Ounas a fare compagnia ad Osimhen. Succede ben poco: il Milan può tornare a casa con 3 punti pesantissimi in chiave scudetto.

TABELLINO

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka (82′ Anguissa), Fabian (76′ Mertens); Politano (67′ Ounas), Zielinski (82′ Lozano), Insigne (67′ Elmas); Osimhen
A disposizione: Meret, Marfella, Juan Jesus, Ghoulam, Zanoli, Demme, Petagna All. Spalletti

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria (80′ Florenzi), Kalulu, Tomori, T. Hernandez; Tonali (68′ Krunic), Bennacer; Messias (80′ Saelemaekers), Kessie, Leao (89′ Ibrahimovic); Giroud (68′ Rebic)
A disposizione: Tatarusanu, Mirante, Gabbia, Ballo-Touré, B. Diaz, Castillejo, Maldini, All. Pioli

Arbitro: Orsato di Schio Var: Valeri Avar: Vivenzi
Reti: 49′ Giroud
Ammoniti: Koulibaly (N), Rrahmani (N), Giroud (M), Osimhen (N), T. Hernandez (M), Maignan (M), Ounas (N), Florenzi (M) Note: ammonito Pioli
Angoli: 6-7
Recupero: 4′ p.t., 5′ s.t.