0 00 3 min 11 mesi 251

«Ringrazio i colleghi della commissione bilancio e il presidente del Consiglio  Gentile per aver fatto propria la mia proposta di revisione del regolamento di disciplina sulla tassa dei rifiuti per consentire alle fasce deboli e alle persone anziane di poter usufruire degli sgravi e delle agevolazioni previste dalla legge che perderebbero non avendo ripresentato l’apposita domanda entro il 28 febbraio scorso. Il presidente Gentile, infatti, presenterà a nome di noi tutti una richiesta al dirigente dei servizi finanziari Biondi e all’assessore Gerardina Martina per ottenere o una revisione del regolamento o un provvedimento dirigenziale che consenta a chi ne ha diritto di poter presentare la domanda di sgravi e/o agevolazioni entro il 30 aprile. La crisi finanziaria internazionale che ha portato e porterà ad aumenti sulle utenze e le conseguenze di due anni di pandemia, impongono all’amministrazione di correre ai ripari rispetto ad una misura che, se non modificata, rappresenta una vera e propria trappola per i contribuenti. Con la delibera 47 del 30 giugno 2021 (prima amministrazione Marino), si stabilisce che per ottenere dei benefici sulla tassa dei rifiuti bisogna ripresentare la domanda entro il 28 febbraio di ogni anno. Se non si corre ai ripari, tanti cittadini che ne hanno diritto (unico occupante dell’abitazione, persone anziane) non potranno usufruire della riduzione del 30% della tassa, così come non potranno beneficiare della riduzione  del 50% persone con un Isee basso. Non ci sarà ancora alcuna riduzione tra il 20% e il 60% per l’uso discontinuo della propria abitazione. Non ci sarà esenzione totale della TARI per gli ultra 65enni in possesso di pensione sociale e che vivono in immobili sotto i 50 metri quadrati. Sia nella seduta dello scorso 4 marzo che in quella di oggi, i componenti della commissione hanno condiviso questi miei timori accompagnando la mia azione a difesa dei cittadini. Ora la palla passa al dirigente Biondi e all’assessore Martino». Lo dichiara il consigliere comunale di CaserTiAmo Pio Del Gaudio.