0 00 2 min 8 mesi 998

Con Pierfrancesco Favino, Miriam Leone, Pietro Sermonti e Michele Placido

La Recensione

Roma, 2020. Gianni è il Barney Stinson (se non sapete chi è, toglietemi pure il saluto) italiano: è ricchissimo, cambia una donna a sera, spesso per scommessa, conquistandole raccontando bugie, ha il terrore degli anni che passano, un amico (Dario) nelle vesti di Grillo parlante ed un padre che lo ha abbandonato. L’ultima scommessa è però clamorosa: andare a letto con Chiara, una paraplegica, fingendosi anch’egli disabile. Il finale non si dice ma è scontato.
Milani ritorna a scopiazzare il cinema francese con risultati altalenanti ma di sicuro impatto al botteghino. Gran parte delle risate che i due protagonisti strappano (Favino nelle commedie non rende come in film più impegnati mentre Leone deve mostrarsi soprattutto bellissima lasciando da parte il resto) sono di lana grossa; meglio, molto, quelle scaturite dai comprimari, dalla bravissima segretaria Vanessa Scalera ai fratelli dei protagonisti, Pilar Fogliati e Carlo Luca de Ruggeri che danno vita alla scena migliore del film, alla mimica della di lei nonna, Piera degli Esposti.
Sceneggiatura, montaggio e fotografia non brillano particolarmente mentre una menzione particolare merita la colonna sonora: per i Rolling Stones (anche se Streets of love non è certo uno dei pezzi migliori) ma soprattutto per i 20″ di accenno alla colonna sonora di Chariots of Fire, alias Momenti di gloria.

Il Voto

Regia: ⭐⭐
Interpretazione: ⭐⭐⭐
Sceneggiatura: ⭐⭐
Montaggio: ⭐⭐
Fotografia: ⭐⭐
Colonna sonora: ⭐⭐⭐⭐
Punteggio finale: 2.5

Regia

Riccardo Milani

Cast

Pierfrancesco Favino, Miriam Leone, Pietro Sermonti, Vanessa Scalera, Pilar Fogliati Andrea Pennacchi, Carlo De Ruggieri, Giulio Base, Piera Degli Esposti, Michele Placido, Eleonora Romandini, Cesare Capitani.

Genere

Commedia