0 00 2 min 1 anno 522

MADDALONI- Interpartitico di maggioranza in casa Cupiello. Conoscete la storiella “Giorgio se ne vò jì e ‘o vescovo ne ‘o vò mannà”? Ebbene, sembra proprio che nell’ultimo recente interpartitico di maggioranza assise convocata da Andrea De Filippo, sindaco per volontà popolare e imperatore della maggioranza arcobaleno, sia accaduto esattamente il contrario: “De Filippo NON se ne vò jì e i consiglieri non NON o vonno mannà”. Secondo i rumors di radio marciapiede (organo ufficiale della politica locale), i fatti sarebbero andati più o meno così: De Filippo avrebbe, per pochi minuti, ammainato lo scudo crociato e sguainato lo spadone, con la scritta Libertas, sentenziando: “Se volte andare a casa, ditelo. Possiamo interrompere qui questa consiliatura”. Il vocione defilippiano avrebbe poi lasciato spazio a qualche attimo di silenzio. E infitti, subito dopo si sarebbe levata la presa di posizione sulla necessità di portare a termine una consiliatura ampiamente avviata e densa di progetti. Facciamoci quest’altro anno e poi se ne parla. Sembra essere in Natale in Casa Cupiello quando Luca Cupiello (al secolo Andrea de Filippo) intima al discolo figlio Tommasino di lasciare la casa. E Tommasino (alias i consiglieri di maggioranza) risponde “Faccio prima Natale e poi me ne vado”. Insomma vi piace o Presepio?