0 00 4 min 2 settimane 161

Pieno countdown per la nuova edizione dell’Euro Vision Song Contest che, grazie alla vittoria dei Maneskin con “Zitti e Buoni in terra olandese, ha (ri)portato il più importante festival della musica nel Bel Paese. Regola storica dell’Euro Vision, infatti, è proprio quella legata a doppio filo al Paese che vince l’anno prima, che diventa automaticamente Paese organizzatore nell’anno successivo. Evento che potrebbe ripetersi visto che “Brividi” del duo Mahmood-Blanco, non solo è tra le favorite per i Bookmakers, dopo l’Ucraina, ma anche tra i fan mondiali dell’Eurovision, che per puro gioco si stanno sbizzarrendo via social con le preferenze, vedono il duo italiano in lizza per la vittoria assieme alla Svezia e alla Spagna. Anche se i diretti interessati mettono giustamente le mani avanti adducendo l’ipotesi che l’Italia non può vincere due volte di seguito l’Eurovision, in realtà non sarebbe un evento così raro. Capitò alla Spagna la doppietta nel 1968 e 1969, al Lussemburgo nel 1972 e 1973, ad Israele nel 1978 e 1979, ben tre volte di seguito all’Irlanda nel 1992, 1993 e 1994. Addirittura, l’irlandese Johnny Logan vinse due volte nel 1980 e nel 1987. I vincitori di Sanremo 2022, da mesi ai vertici delle classifiche e con i rispettivi tour sold out, presenteranno una versione confezionata esclusivamente per l’Euro Vision della loro hit (LEGGI IL NOSTRO SERVIZIO)

Maggio 2021: i Maneskin trionfano a Rotterdam e riportano l’EuroVision in Italia

Quasi tutto pronto per questa edizione italiana con un palco che, dalle indiscrezioni, sarà avveniristico e con tre presentatori attesissimi: Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika. Tanti gli ospiti e, tra quelli già annunciati, avremo i Maneskin, dominatori delle classifiche di mezzo mondo, Diodato, rappresentante per l’Italia nel 2020, che non riuscì ad esibirsi a causa della pandemia, Il Volo ospite alla seconda semifinale, dopo essere arrivati terzi nel 2015 a Vienna, poi ancora il top producer Dardust, il dj Benny Benassi e Sophie and the Giants. Per Sophie Scott si tratta di un ritorno in Italia dopo aver affiancato Le Vibrazioni nella serata delle cover a Sanremo 2022. Scontato prevedere per Laura Pausini e Mika un ruolo non certamente limitato a quello della conduzione ma, avranno sicuramente modo di calcare il palco anche nelle vesti di cantanti con tutto il loro appeal di successi internazionale. Altra presenza italiana che sicuramente non passerà inosservata sarà quella di Achille Lauro che difende i colori della Repubblica di San Marino. Un’edizione nata con il dubbio della partecipazione dell’Ucraina, per le note vicende, un nodo definitivamente sciolto qualche settimana fa. Esclusa la Russia per decisione dall’EBU, più su pressione degli altri paesi partecipanti che non per convinzione. Anche per Israele decisione fino all’ultimo in bilico per problematiche interne. Da segnalare la buona notizia del ritorno dell’Armenia e del Montenegro.

I conduttori: Mika, Laura Pausini ed Alessandro Cattelan

Dopo la bella e fortunata esperienza della passata edizione, GIORNALE NEWS, seguirà il più seguito festival canoro del mondo con servizi, aggiornamenti e tante immagini esclusive. Appuntamento su www.giornalenews.it e sulla nostra pagina facebook ufficiale (CLICCA QUI). L’Euro Vision Song Contest del Pala Olimpico di Torino avrà il suo inizio il giorno 10 maggio con l’esibizione dell’Albania e chiuderà la fase delle semifinali il giorno 12 maggio con la Repubblica Ceca che sarà l’ultima ad esibirsi. L’Italia, come Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna è già in finale facendo parte dei “Big Five” e quindi entrerà in gara il 14 maggio.