0 00 4 min 9 mesi 367

MADDALONI- Anche Fratelli d’Italia prende posizione sulla gestione della Cabina di regia sul Pnrr. Oltre ad una disanima politica, Fratelli d’Italia chiede la dimissioni del presidente Cortese poiché “è fallimentare il modo in cui è strutturata la cabina di regia”

Riceviamo e pubblichiamo

Oggi è stata convocata la Cabina di Regia avente ad oggetto il seguente ordine del giorno : progetti comunali presentati,  aggiornamenti circa l’istituzione di un ufficio comunale dedicato alle attività della Cabina di Regia; discussione, condivisione e pianificazione attività. All’ incontro siamo stati invitati anche noi consiglieri del gruppo Fratelli d’Italia. È necessario fare una premessa. Fratelli d’Italia quando è stata istituita la Cabina di Regia era funzionale alla maggioranza e sebbene abbia accolto con favore una tale proposta ha deliberatamente scelto di non avere rappresentanti all’interno dell’organismo. Lo abbiamo fatto per due ordini di ragioni. In consiglio comunale avevamo votato per una cabina di Regia presieduta dal Sindaco, ma  Radio marciapiede informava che il presidente dopo l’insediamento per nomina fiduciaria sarebbe stato il Consigliere Bruno Cortese. Dovevamo verificare tali asserzioni ufficiosi e poi fare le nostre valutazioni nel merito. Non mettiamo in dubbio le qualità professionali del Consigliere Cortese ,ma i cittadini possono comprendere che per noi affidargli la Presidenza rappresentava un problema politico, atteso che il consigliere in premessa era stato  avversario politico del Sindaco che noi invece appoggiavamo e che conservava e tuttora conserva nell’organizzazione della civica assise piena libertà rispetto alla votazione degli atti amministrativi. Infatti, per quanto di nostra conoscenzail consigliere sopra menzionato non ha mai dichiarato pubblicamente di sostenere questa maggioranza, nè ha mai aderito ad uno dei tanti gruppi civici attualmente a sostegno del Sindaco Andrea De Filippo. Noi avevamo fatto una scelta e per un anno abbiamo portato avanti il nostro mandato con responsabilità, rappresentando nelle sedi dedicate le nostre perplessità e le nostre proposte e ci siamo sempre sottratti a logiche strumentali, talvolta tacendo su dichiarazioni fatte a più riprese non solo dai banchi delle opposizioni, ma dagli stessi consiglieri di maggioranza. Abbiamo pertanto chiesto i verbali delle riunioni sporadiche che si tenevano nelle stanze della Biblioteca e ci siamo anche congratulati per le tante proposte avanzate dai gruppi e dagli stessi assessori . Ma purtroppo abbiamo dovuto constatare che tutte le relazioni presentate non erano state prese in considerazione e che tutte le energie erano state profuse intorno ad un unico progetto: sviluppo della Logistica come volano della economia maddalonese. La nostra città non ha bisogno solo di grandi progetti di cui raccoglieremo i frutti nel lungo periodo, ma ha bisogno di progetti che possano migliorarne la vivibilità e che solo il PNNR può assicurarci viste le nostre poche risorse economiche a disposizione. Abbiamo già perso tante occasioni, abbiamo, per singolari errori di valutazione o leggerezze perso diverse opportunità. È passato un anno e mentre le altre città della Provincia hanno compreso come lavorare e hanno creato una vera e propria macchina organizzativa che intercettasse fondi e curasse i progetti con meticolosità, noi ci siamo fermati alla propaganda e alle autoreferenze con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Ritenendo pertanto fallimentare la Cabina di regia così come strutturata, chiediamo le dimissioni immediate del Presidente Cortese, l’individuazione di un nuovo Presidente che possa essere sintesi degli indirizzi dei gruppi politici e l’istituzione di un Ufficio comunale ad hoc che curi tutta la fase progettuale ed esecutiva delle proposte candidate ai finanziamenti .