0 00 3 min 6 mesi 164

Riceviamo e pubblichiamo

Il Verde pubblico e l’Ambiente sono il motore della salute individuale e collettiva. Pertanto, il loro rispetto deve essere incentivato e la loro fruibilità risultare alla portata di tutti”: queste le parole del candidato sindaco Francesco Buzzo, che, oggi, ha presentato ufficialmente il secondo punto del programma elettorale della lista “Siamo Valle”. Il focus è sugli interventi diretti al verde verticale ed orizzontale, sull’incremento delle aree ludiche,  sul potenziamento dell’accoglienza nei parchi pubblici, con nuove strutture e arredi urbani, sulla valorizzazione e sulla promozione di sentieri naturalistici, diramandosi, in tal senso, verso quattro principali direzioni: anziani, bambini, famiglie e turisti. “Si tratta di due aspetti apparentemente semplici – ha chiarito –, ma che, al contrario, richiedono un grande sforzo comune, essendo sottoposti a una precisa variabile che risiede nella collaborazione attiva del cittadino. Realizzare, dunque, una sinergia completa con la comunità rimane uno dei tratti essenziali di un cammino intrapreso cinque anni addietro, in cui sono, ad esempio, stati mantenuti alti standard in campo igienico – sanitario e nel settore dei rifiuti, anche se le nostre aspettative si sono innalzate ed è proprio su questo che intendiamo lavorare più intensamente. Il potenziamento della differenziata e la piena funzionalità del nostro centro di raccolta sono tra le priorità, ma vogliamo puntare su ulteriori iniziative come l’adozione di spazi verdi da parte dei cittadini e la Festa dell’Albero, per favorire le nuove piantumazioni e il rinvigorimento della vegetazione locale; sulla cooperazione con le associazioni ambientaliste e sul rinnovo della convenzione con “Plastic Free”; sulla realizzazione di progetti scolastici, ritenendo, ancora una volta, che la sensibilizzazione verso questi ambiti parta da un’educazione ambientale attuata nel contesto Scuola”. Al centro delle progettualità, inoltre, le azioni repressive contro lo sversamento abusivo e gli incendi boschivi, a cui il territorio è soggetto: “In questi anni – ha proseguito – abbiamo bonificato i Ponti Vanvitelliani, così come la strada Valle – Casola e la strada Valle – Sant’Agata de’ Goti, ripulendoli, in particolare, da materiale di risulta e pneumatici. Abbiamo coinvolto volontari e Protezione Civile, anche per il maggiore controllo sui roghi estivi. La nostra intenzione è di creare nuove strategie di supervisione e di intervento, per salvaguardare il più possibile il nostro territorio”. Tra gli altri propositi, poi, il ricorso a fonti di energia alternativa, con l’implementazione delle pale eoliche, e la creazione di percorsi di interesse turistico – ambientale – culturale:”Orientarci sulla sostenibilità – ha aggiunto –, incentivare la cultura della biodiversità ed assicurarci una produzione energetica più pulita rappresentano le altre mete a cui ambiamo, per le quali ci stiamo già attivando perché saranno parte integrante della nostra azione per il prossimo quinquennio”.