0 00 2 min 3 giorni 129

Su autorizzazione del Procuratore della Repubblica di Napoli si comunica che nella mattinata odierna militari della Compagnia Carabinieri “Napoli-Vomero” hanno dato esecuzione ad una Ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Napoli all’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli con cui si applica la custodia cautelare in carcere nei confronti di due giovanissimi napoletani, un 20enne e un 23enne, a carico dei quali sono stati ravvisati allo stato delle indagini gravi indizi di colpevolezza in ordine alla commissione di due violente rapine commesse le sere del 30 giugno e del 4 luglio u.s., nel corso delle quali, con la complicità di un minore e pistola alla mano, si facevano consegnare denaro e telefoni cellulari da giovani vittime, fuggendo a bordo di scooter oggetto di furto.

Il provvedimento trae origine da una tempestiva indagine condotta dal Nucleo Operativo della Compagnia Carabiniere “Napoli-Vomero” avviata il 6 luglio u.s., quando i due giovani – dopo rocambolesca fuga a bordo di scooter – venivano bloccati e arrestati in flagranza per una rapina a mano armata, perpetrata la stessa sera a danno di una coppia di giovani fidanzati; nell’occasione, fu denunciato a piede libero il complice minorenne.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.