0 00 2 min 2 mesi 182

I Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta di questa Procura della Repubblica, hanno tratto in arresto il 36enne D.A., in quanto gravemente indiziato del delitto di “stalking” ai danni della propria ex compagna.

L’attività d’indagine, svolta dai militari della Stazione Carabinieri di Gragnano e coordinata da questa Procura della Repubblica, ha consentito di accertare che l’odierno arrestato, nel luglio del 2022, avrebbe minacciato e molestato in maniera reiterata l’ex compagna, generando in lei un perdurante e grave stato d’ansia e un fondato timore per la propria incolumità, al punto da costringerla a cambiare le sue abitudini di vita.

Tali atti persecutori sarebbero avvenuti attraverso i social network, che l’arrestato avrebbe utilizzato per contattare la vittima sia con account a lui direttamente riconducibili sia per il tramite di profili fittizi. I social sarebbero stati altresì utilizzati dall’indagato per screditare la reputazione dell’ex compagna, condividendo numerose fotografie che la ritraevano, accompagnate da frasi denigratorie.

Inoltre l’arrestato, in più occasioni, mediante minaccia, avvenuta sia via social, che presentandosi personalmente presso l’abitazione dei genitori della persona offesa, avrebbe tentato di costringere la vittima a rimettere la querela da lei presentata nei suoi confronti.

All’esito delle formalità di rito, l’arrestato sarà associato alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.