0 00 4 min 1 mese 461
“Il lavoro prezioso dei consiglieri, lo sforzo costante per approvare i regolamenti, l’attività consultiva e di controllo svilita e annullata dall’amministrazione e dalla maggioranza arcobaleno. Basta con questa perdita di tempo. Stop con l’inutile spesa di denaro pubblico”

MADDALONI- Se non è un tutti a casa, poco ci manca. Sbaraccate il Consiglio comunale “per manifesta inutilità e mancanza di funzione”. Il tempo è scaduto e molto tempo è stato perso. Il consigliere comunale Angelo Tenneriello annuncia l’ “abbandono delle commissioni consiliari per attività inutile puntualmente boicottata dall’amministrazione comunale”.

Perché questa decisione?

Per un principio paradossale: le commissioni hanno anche lavorato bene. Sono stati approvati quasi 25 regolamenti. Ebbene, paradossi dei paradossi nessuno è stato accolto e reso attuativo da questa amministrazione smemorata. Pertanto, è inutile frequentare le commissioni se le loro attività è derisa, boicottata, svilita. Mi dispiace per i tanti colleghi consiglieri che si sono impegnati davvero.

Non frequentato le commissioni che farà?

Andrò nei vari uffici di turno a chiedere i documenti. E poi vedremo se, come e quando verranno dati.

Perchè esprime un giudizio così duro?

Perché, ripeto, nessun regolamento è stato rispettato. E’ stato deciso di svolgere il mercato ortofrutticoli di notte. E nulla è stato fatto. Per non parlare del regolamento che disciplina le morosità dei concessionari che continuano a non essere in regola con i pagamenti. Abbiamo istituito il regolamento del forum dei giovani e nulla è successo, della consulta dell’ambiente nulla è accaduto. Potrei continuare all’infinito. Ebbene, visto che tutto questo lavoro è inutile rinuncio alle 720 euro di emolumento. Non è giusto spendere il denaro dei contribuenti per nulla. Mica solo il sindaco può rinunciare allo stipendio. Modestamente, Tenneriello non vive di politica o grazie alla politica. Basta con questa pantomima.

Scusi, ma il Civico Consesso è sovrano. Se non funziona o non conta è perchè non riesce ad imporsi…

Anche questo può essere vero. Il problema è che questa maggioranza arcobaleno fa i miracoli. Si è miracolosa: i nemici acerrimi, che si sono disprezzati e accoltellati sulla pubblica via, per anni, oggi si fanno le fusa e si abbracciano.

In politica vale la regola mai dire mai…

Si è vero: l’ultima legislatura parlamentare è stata un capolavoro: leghisti con cinque stelle; cinque stelle con il partito di Bibbiano. Poi, l’ammucchiata draghiana.

Torniamo al consiglio comunale…

Molto responsabilità è da imputare all’opposizione che non è mai esistita. E questo ha favorito lo svilimento della funzione del civico consesso. Solo Tina Santo (M5S), tra i candidati a sindaco, è rimasta al suo posto. Gli altri sono stati migranti della politica: da una forza all’altra o peggio dall’opposizione alla maggioranza.

Quindi non va più nelle commissioni?

Sarà un settembre bellissimo: cominceremo a rendere pubblici i documenti, politici e amministrativi, interessanti e taciuti. Questa storia degli annunci, del copia e incolla compulsivo e dei comunicati imbellettati deve finire. Il politicamente corretto è una foglia di fico dietro cui nascondere le anomalia politiche e amministrative. Basta con l’ipocrisia. Ci divertiremo con le carte in piazza.