0 00 2 min 1 mese 355

Insulta la moglie, poi la picchia e le punta contro una pistola. Poi esce di casa e scappa.

Accade a Caivano e i carabinieri della stazione di Crispano, allertati dalla centrale operativa, ci mettono poco a trovarlo.

Cammina lungo Via Appia e quando si rende conto di essere tallonato butta via l’arma utilizzata per terrorizzare la compagna di vita.

I militari recuperano anche la pistola, una revolver Smith & Wesson cal 38 dal tamburo carico, pronta a far fuoco.

In manette per maltrattamenti in famiglia e detenzione illegale di armi un 40enne di Caivano già noto alle forze dell’ordine. Nella sua abitazione trovato un piccolo arsenale: una beretta 92fs parabellum con matricola abrasa e 1 proiettile cal. 357 magnum. Poi una pistola a salve, una balestra, un’ascia, un pugnale con lama da 40 cm, una mazza da baseball e 3 carabine ad aria compressa. E ancora un fucile da sub completo di arpione e 2 piante di cannabis.

Il 40enne è finito in carcere, in attesa di giudizio.