0 00 3 min 1 mese 220

Nel dettaglio, nella serata di giovedì scorso, personale della Squadra Volante della Questura di Caserta è intervenuto in questa Piazza Dante per segnalazione di lite con ferimento al collo di uno dei contendenti.

Gli operatori, giunti sul posto, riscontravano la presenza del ferito che veniva trasportato presso l’ospedale “Sant’Anna e San Sebastiano” per le cure del caso.

Dalle informazioni assunte nell’immediato dalla vittima in ordine a quanto occorso, si appurava che poco prima era stato aggredito da un conoscente, cittadino straniero, per futili motivi.

Gli operatori appuravano che poco prima vi era stata un’animata discussione nel corso della quale uno dei partecipanti aveva sferrato un colpo al collo ad un altro, utilizzando presumibilmente un coccio di bottiglia.

Le attività investigative sviluppate nelle prime ore hanno permesso di identificare compiutamente l’aggressore e di rintracciarlo successivamente, ad opera della Squadra Volante, presso la comunità ove risultava essere ospite.

I successivi sviluppi, ancora in corso a cura della Squadra Mobile della Questura, hanno fatto emergere responsabilità per lesioni personali aggravatea carico del 17enne, che pertanto è stato deferito all’A.G. competente ed affidato ai responsabili della comunità ove è ospitato.

La Polizia di Stato di Caserta ha deferito all’Autorità Giudiziaria un minorenne di nazionalità egiziana, ritenuto responsabile del ferimento ai danni di un cittadino di origini tunisine.

Nel dettaglio, nella serata di giovedì scorso, personale della Squadra Volante della Questura di Caserta è intervenuto in questa Piazza Dante per segnalazione di lite con ferimento al collo di uno dei contendenti.

Gli operatori, giunti sul posto, riscontravano la presenza del ferito che veniva trasportato presso l’ospedale “Sant’Anna e San Sebastiano” per le cure del caso.

Dalle informazioni assunte nell’immediato dalla vittima in ordine a quanto occorso, si appurava che poco prima era stato aggredito da un conoscente, cittadino straniero, per futili motivi.

Gli operatori appuravano che poco prima vi era stata un’animata discussione nel corso della quale uno dei partecipanti aveva sferrato un colpo al collo ad un altro, utilizzando presumibilmente un coccio di bottiglia.

Le attività investigative sviluppate nelle prime ore hanno permesso di identificare compiutamente l’aggressore e di rintracciarlo successivamente, ad opera della Squadra Volante, presso la comunità ove risultava essere ospite.

I successivi sviluppi, ancora in corso a cura della Squadra Mobile della Questura, hanno fatto emergere responsabilità per lesioni personali aggravatea carico del 17enne, che pertanto è stato deferito all’A.G. competente ed affidato ai responsabili della comunità ove è ospitato.