0 00 2 min 3 settimane 199

MADDALONI- La Polizia Municipale non concede tregua. E’ ripartita una nuova ondata di abbattimento di cartelloni 6×3 considerati abusivi, pericolosi per la circolazione stradale o non a norma. Dopo la raffica di rimozioni dello corso anno ritornano le multe e gli atti di rimozione coatta. Nuove installazioni sono state segnalate sulla statale Appia, al confine con santa Maria a Vico. Detto e fatto. Su indicazione del sindaco Andrea de Filippo sono stati rilanciati i sopralluoghi: identificata l’installazione, verificata la veridicità delle segnalazioni e individuato il committente scatta l’azione di repressione. Il comune non si ferma: dovrà essere rimossa, a carico dei trasgressori o in danno degli stessi, l’installazione abusiva. «Non indietreggiamo di un millimetro –conferma il vicesindaco Gigi Bove- perché prima va ripristinata la piena e assoluta legalità. Azzerato il far west della pubblicità, mai disciplinato fino ad oggi, si procedere alla sanzione. Toccherà alla Sogert di sanzionare i trasgressori: multe per gli installatori abusivi e multa anche per il committente». Vanno rispettate le regole. Non c’è mediazione o via d’uscita per i cartelli stradali che violano il codice della strada (art.23). Dovranno essere rimossi comunque tutti gli impianti collocati a meno di tre metri dal ciglio della strada e 100 metri dalle segnaletica stradale verticale di pericolo e indicazione. La maggior parte sono collocati negli incroci, lungo gli svincoli principali e soprattutto sulle rotonde delle statali.