0 00 3 min 3 settimane 272
Il progetto prevede interventi diversificati lungo tutto la rete stradale. Verrà sostituita la segnaletica verticale deteriorata o danneggiata e saranno installati nuovi impianti segnaletici (molto visibili) in corrispondenza degli ingressi in città. Le strade, per le quali è riconosciuta una funzione anche extraurbana, è stato effettuato il primo intervento sono quelle di ingresso all’area urbana o con flussi veicolare particolarmente intensi come via Napoli, via Appia e via Libertà. Sia chiaro tutto è subordinato alle risorse disponibili.

MADDALONI- Occhio la tachimetro: vietato superare i 30 km orari in centro. Riparte il «Piano di riqualificazione e sostituzione» della segnaletica orizzontale, verticale con annesse rotonde e corsie spartitraffico. Arrivano i dossi pure in via Campolongo con la funzione di dissuasori di velocità. Ma è lunga la lista delle aree urbane e quindi delle strade che aspettano un intervento di potenziamento della segnaletica orizzontale e di messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali. L’attesa massima è in via Cancello dove il progetto dossi sarebbe sospeso, nonostante i gravi incidenti per eccesso di velocità, causa lavori e rifacimento impianto fognario (primo tratto).

Vicesindaco Gigi Bove ma non esiste un programma di intervento presso tutti i punti più critici?

Si davanti alle scuole, all’ospedale e agli uffici pubblici. Lo stesso accadrà in via Serao, con le sue scuole e pubblici uffici, e in via Colletta. Oltre alla segnaletica verticale ammalorata saranno fatte le rotonde.

Nuove rotonde, dove?

La prima rotonda sorgerà all’incrocio tra via Libertà e via Campolongo. La seconda sarà realizzata all’incrocio tra via Colletta e via Serao e sostituirà i dissuasori già posti in opera qualche anno fa a protezione dei pedoni e per incanalare il flusso veicolare. Entrambe sorgeranno in prossimità di istituti scolastici frequentatissimi e destinati alle scuole materne ed elementari come i plessi Lambruschini e Collodi.

Ma anche la segnaletica verticale è da aggiornare…

Il progetto prevede interventi diversificati lungo tutto la rete stradale. Verrà sostituita la segnaletica verticale deteriorata o danneggiata e saranno installati nuovi impianti segnaletici (molto visibili) in corrispondenza degli ingressi in città. Le strade, per le quali è riconosciuta una funzione anche extraurbana, è stato effettuato il primo intervento sono quelle di ingresso all’area urbana o con flussi veicolare particolarmente intensi come via Napoli, via Appia e via Libertà. Sia chiaro tutto è subordinato alle risorse disponibili.