0 00 2 min 2 settimane 139
Scoperte anche due pistole modificate complete di caricatore

La Polizia di Stato di Caserta, nell’ambito di un’attività finalizzata alla repressione del fenomeno dello spaccio di droga in città, in particolare nei luoghi della movida, ha arrestato in flagranza di reato un 24eenne del capoluogo, per il reato di detenzione ai fini di spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti nonché detenzione abusiva di armi alterate.

In particolare, gli agenti della locale Squadra Mobile – Sezione “Falchi”, mentre percorrevano le vie cittadine, venivano insospettiti da un’autovettura che marciava a forte velocità.

I poliziotti decidevano quindi di fermare la macchina, il cui autista si mostrava immediatamente insofferente, motivo per il quale  si procedeva ad un controllo dell’abitacolo, rinvenendo, celato sotto la fodera del sedile anteriore,  un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi.

A tanto, si  estendeva la perquisizione all’abitazione dell’uomo, ove veniva rinvenuta una vera e propria serra per la coltivazione dello stupefacente, completa di sistema di filtraggio e di areazione corredata da tubi in alluminio e relative lampade UV, nonché tutto il materiale necessario alla preparazione, tra cui una pressa elettrica ed una macchina per sottovuoto, alla conservazione e alla commercializzazione dello stupefacente.

Altresì, si rinvenivano nell’immobile altri 60 grammi di hashish e 100 grammi di marijuana, nonché la somma di euro 1.500 in contanti, ritenuta provento dell’attività delittuosa, che veniva sequestrata.

Infine, all’interno di un mobile del salone, gli investigatori scoprivano due pistole  modificate e rese idonee a camerare cartucce vere. Peraltro, le armi si presentavano complete di caricatore e dotate di munizioni ordinarie.

 Alla luce di tali risultanze investigative, l’uomo veniva  tratto in arresto e posto a disposizione della competente A.G.