0 00 3 min 3 settimane 880

MADDALONI- I contenziosi non finiscono mai. Scontro in favore del comune: respinta la richiesta della Dhi, ex gestore dei servizi ambientali, di un indennizzo danni per circa un milioni di euro causa gestione e danni agli automezzi.

Sindaco De Filippo il contenzioso accumulato negli anni dal comune sembra non avere fine?

Questa nuova vittoria legale chiude di fatto il capitolo Dhi perché è stata riconosciuta non fondata la richiesta sulla gestione degli automezzi.

Non sono tutte vittorie però…

Si, è vero. La tormentata gestione scattata dopo l’allontanamento nel 2016 ha partorito un decreto ingiuntivo, che si è trasformato in atto di pignoramento. Nel frattempo, la «DHI di Naldi Holding Industriale» ha ceduto il credito alla Banca Farmafactoring spa. Sono state impugnate e onorate fatture non pagate dal commissario straordinario. Una scelta improvvida e non giustificabile, visto che i servi erano stati resi, che ha esposto il comune ad un doppio rischio: il pagamento di interessi e il blocco dei servizi finanziari ordinari. Infatti, il comune ha onorato (entro il 28 febbraio del 2020) anche il pagamento di oltre 188 mila euro per gli interessi maturati e le spese legali.

Ma facciamo il punto. Il capitolo dei contenziosi è sempre aperto?

E’ aperto, ma il lavoro svolto dal vicesindaco Gigi Bove è stato fondamentale. Sono stati liquidati e sforbiciati, dal monte di debiti potenziale di 21 milioni di euro, più di un terzo. Adesso, ci trasciniamo dietro solo sette milioni di euro che contiamo di transare o cancellare con sentenze favorevoli. Si tratta di un lavoro apparentemente invisibile ma che rende possibile la gestione dell’ordinario. Quando mi si pone l’interrogativo cosa avete fatto rispondo: abbiamo reso questo ente, in stato comatoso finanziario, un ente normale. E questo è una rivoluzione. Eravamo in ginocchio e chi siamo rimessi in piedi. Abbiamo scalato le classifiche degli enti che hanno avuto gravi stop finanziari. E in un’area così depressa come la nostra provincia è stato fatto un lavoro enorme.