0 00 4 min 2 settimane 119
Ascolta l'Articolo
Voiced by Amazon Polly
Foto: © SSC Napoli
Vantaggio del Napoli su calcio di rigore, pareggio rossonero di Giroud: il gol vittoria firmato dal Cholito

Il primo tour de force della stagione si è chiuso e il big match tra Milan e Napoli che riserva il calendario non poteva rappresentare conclusione migliore. Perché quella tra i rossoneri e i partenopei è ad oggi la sfida tra le due migliori squadre del momento. Nulla di decisivo, ovviamente, data la prematurità del campionato; ma importante, potendo ulteriormente testare la forza di chi ha il tricolore cucito sul petto e farsi un’idea, invece, delle ambizioni di chi in estate ha data vita a un nuovo ciclo. Spazio poi alla Nazionale di Roberto Mancini per le sfide contro Inghilterra e Ungheria di Nations League, prima di rituffarsi in un nuovo turbinio di gare. Dal prossimo primo di ottobre, 12 partite in 43 giorni per gli azzurri, prima che la Serie A e le competizioni europee si fermino per i mondiali in Qatar.

Più Milan che Napoli. I rossoneri riescono con maggiore facilità ad arrivare nei pressi dell’area di rigore azzurra e serve un super Meret (aiutato dalla traversa) per negare la gioia del gol a Giroud prima e a Krunic poi. La sensazione è proprio la capacità dei campioni d’Italia di apparire più pericolosi quando attaccano, più reattivi e intensi. Partenopei che invece fanno fatica a saltare la prima pressione della squadra di Pioli, quando ci riescono sono ben chiusi dai meneghini, mentre i tentativi di verticalizzazione per vie centrali per uscire dal pressing e far salire la squadra non trovano un buon appoggio in Raspadori. La qualità del palleggio del Napoli – lento nel corso del primo tempo – non emerge né per mandare a vuoto la pressione dei Milan né per costruire occasioni dalle parti di Maignan.

TUTTO NELLA RIPRESA

La ripresa si apre con il fallo di Dest su Kvaratskhelia e il rigore assegnato da Mariani. Sul dischetto nuovamente Politano, dopo quello trasformato in Champions contro i Rangers: anche stavolta l’azzurro non sbaglia. La reazione del Milan ovviamente non tarda ad arrivare, ancora una volta ci pensa Meret a salvare i partenopei. Il portiere della Nazionale però nulla può sul tocco vincente di Giroud servito da Theo imprendibile sulla sinistra. La rete del francese manda su di giri rossoneri e San Siro, ma devono fare i conti con la mossa di Spalletti: dentro Simeone al posto di Raspadori, il Cholito non si fa pregare e fa esultare i tifosi azzurri presenti al Meazza. Occasione Milan per riportare in parità il risultato, la traversa ferma Kalulu. Sei i minuti di recupero e di speranza per i meneghini, ma il Napoli chiude tutto, si aggiudica il big match e raggiunge l’Atalanta in vetta alla classifica.

TABELLINO

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria (46′ Dest), Kjaer (46′ Kalulu), Tomori, Hernandez; Tonali, Bennacer; Saelemaekers (66′ Messias), De Ketelaere (82′ Adli), Krunic (66′ Diaz); Giroud
A disposizione: Tatarusanu, Mirante, Ballo-Tourè, Gabbia, Thiaw, Pobega, Lazetic, Vranckx. Allenatore: Pioli

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim Min-jae, Mario Rui (91′ Olivera); Anguissa, Lobotka, Zielinski (87′ Ndombele); Politano (66′ Zerbin), Raspadori (66′ Simeone), Kvaratskhelia (87′ Elmas)
A disposizione: Sirigu, Marfella, Juan Jesus, Ostigard, Zanoli, Gaetano, Lozano. Allenatore: Domenichini (vice di Spalletti)

Arbitro: Mariani di Aprilia Var: Irrati Avar: Giallatini
Reti: 55′ Politano (rig) 69′ Giroud 78′ Simeone
Ammoniti: Kjaer (M), Calabria (M), Krunic (M), Rrahmani (N), Tomori (M), Zerbin (N)
Angoli: 9-4
Recupero: 0′ p.t., 6′ s.t.