0 00 2 min 2 mesi 377

MADDALONI- Molti credono fermamente che sia una installazione artistica. Lo specchio abbandonato da quasi una settimana su un marciapiede in via San Francesco d’Assisi sembra un’opera artistica che si potrebbe tranquillamente nominare “Riflessi di Inciviltà”: uno specchio lasciato in strada per rispecchiarsi e riflettere (appunto) su quanto lontano dagli standard di vivibilità accettabile sia la collettività. Non si comprende se lo specchio di grosse dimensioni sia in attesa di rimozione; se c’è un ritardo nel sistema di raccolta degli ingombranti o sia l’ennesimo monumento all’abbandono dei rifiuti speciali. Il problema è che lo sversamento è anche pericoloso poiché la struttura, al momento integra, potrebbe finire in mille pezzi in un luogo dove è alta l’affluenza di pedoni. Quindi serve una rimozione dei pericoli. Domani festeggeremo il nono giorno dell’inaugurazione dell’angolo della riflessione utilizzabile, alla bisogna, anche per persone in disordine, per rimettere a posto il trucco e il parrucco e tutto quanto da toilette. Specchio, specchio delle nostre brame, riusciremo a diventare leggermente più civili in questo reame?