0 00 3 min 2 mesi 492
L’assessore calatino: “Rinsaldato il rapporto con le nostre tradizioni e il legame con il territorio. Ci sono tante risorse umane in grado di valorizzare il nostro patrimonio

Il maltempo sembrava averci messo lo zampino, minacciando la festa del Patrono San Michele Arcangelo che Maddaloni aspettava da due anni, dopo che la pandemia aveva sospeso ogni tipo di evento. Poi il caldo ottobrino ha regalato giornate quasi estive, permettendo ai maddalonesi di godersi appieno tutti gli appuntamenti messi in piedi dalla macchina organizzativa calatina. Una sinergia tra le diverse componenti che ha dato vita a diversi appuntamenti che hanno riempito le strade della città e il suo centro storico. Dai concerti dei Cugini di Campagna e di Franco Ricciardi allo show di Biagio Izzo. Dalla serata in omaggio a Giulietta Sacco – con Beppe Convertini e importanti suoi ospiti – al concerto della banda sinfonica di Maddaloni. Dalle mostre fotografiche e di pittura agli spettacoli itineranti. E tanto altro ancora.

Sono certa che questi giorni abbiano rappresentato l’occasione per rinsaldare il rapporto con le nostre tradizioni, rafforzare la nostra identità di maddalonesi e ristabilire il legame col territorio, facendoci sentire parte di una comunità“. È il commento a GiornaleNews di Caterina Ventrone, assessore alla Cultura, Sport ed Eventi calatina. Il tutto è stato reso possibile dal lavoro di concerto dell’amministrazione comunale, la Proloco San Michele, la Proloco Maddaloni, l’Associazione San Michele Arcangelo, New Radio Network, il direttore artistico Pasquale Giordano e i presentatori Luca Tramontano e Anna Schioppa.

La nostra città ha un forte bisogno di riscoprire il senso civico di appartenenza, questi festeggiamenti sono stati la dimostrazione che numerose sono le risorse umane che si prodigano per valorizzare il patrimonio culturale che da sempre ci caratterizza” prosegue la Ventrone. Che poi ringrazia “i presidenti delle Pro Loco Concetta D’Albenzio e Salvatore Farina, quello dell’Ass. San Michele Arcangelo Giuseppe Riccio, New Radio Network, il direttore artistico, i presentatori, la Protezione civile, la Croce Rossa, le forze dell’ordine e il Maggiore Domenico Renga, comandante della polizia municipale“.